Apri il menu principale

Parco nazionale del Čikoj

Parco nazionale del Čikoj
Национальный парк «Чикой»
Зеркальная гладь.jpg
Tipo di areaParco nazionale
Class. internaz.Categoria IUCN II: parco nazionale
StatoRussia Russia
Circondario federaleEstremo Oriente
Soggetto federaleTransbajkalia Transbajkalia
Superficie a terra6665 km²
Provvedimenti istitutivi28 febbraio 2014
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Parco nazionale del Čikoj
Parco nazionale del Čikoj

Coordinate: 49°46′N 110°18′E / 49.766667°N 110.3°E49.766667; 110.3

Il parco nazionale del Čikoj (in russo: Национальный парк «Чикой»?) è stato istituito ufficialmente nel 2014 in una regione di montagne e steppe al confine tra la Siberia centro-meridionale e la Mongolia. È situato nel rajon di Krasnyj Čikoj della regione amministrativa russa della Transbajkalia («Zabajkal'skij»), circa 375 km a sud-est del lago Bajkal. Scopo dell'istituzione del parco è stata la «preservazione del complesso naturale unico del corso superiore del fiume Čikoj»[1]. All'interno del parco il turismo e la pesca sportiva vengono incoraggiati, ma è vietata la caccia e la costruzione di strade[2].

Il parco si trova nella zona di transizione tra la taiga siberiana a nord e la steppa mongola a sud. L'area del parco, caratterizzata da foreste di pini, steppe di montagna e prati alpini, è situata nell'ecoregione della steppa boscosa della Dauria[3][4]. Il parco è stato suddiviso in zone destinate alla protezione naturale e alle attività ricreative.

NoteModifica

  1. ^ Chikoy National Park (in Russian), Ministry of Natural Resources and Ecology of the Russian Federation. URL consultato il 29 dicembre 2015.
  2. ^ Chikoy Sets Protection Against Poachers, BBC. URL consultato il 29 dicembre 2015.
  3. ^ Daurian Forest Steppe Ecoregion, World Wildlife Fund.
  4. ^ Daurian Forest Steppe Ecoregion, Encyclopedia of the Earth. URL consultato il 29 dicembre 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Russia