Parlamento della Galizia

Parlamento della Galizia
(ES) e (GL) Parlamento de Galicia
Parlamento de Galicia.svg
Parlamentoand1.jpg
Facciata del palazzo del parlamento.
StatoSpagna Spagna
Suddivisione  Galizia
Tipoorgano legislativo monocamerale autonomo
Istituito19 maggio 1981
Operativo dal21 dicembre 1981
PresidenteMiguel Ángel Santalices Vieira
(PP)
Ultima elezione12 luglio 2020
Prossima elezione2024
Numero di membri75
Durata mandato4 anni
Parlamento Gallego 2020.svg
Gruppi politiciGoverno (42)

     PPdeG (42)
Opposizione (33)
     BNG (19)
     PSdeG-PSOE (14)

SedePazo do Hórreo, Santiago de Compostela
IndirizzoRúa do Hórreo, 63
15702 Santiago de Compostela
Sito webwww.parlamentodeandalucia.es www.parlamentodeandalucia.es/webdinamica/portal-web-parlamento/inicio.do www.parlamentodeandalucia.es

Il Parlamento della Galizia (in spagnolo e in galiziano: Parlamento de Galicia) è l'istituzione che rappresenta il popolo galiziano dopo la transizione democratica in Spagna, le prime elezioni si sono svolte nel 1981. Il parlamento, organo depositario del potere legislativo della comunità autonoma della Galizia, è composto da 75 deputati eletti a suffragio universale diretto, che rappresentano le quattro province La Coruña, Lugo, Ourense e Pontevedra. Il Parlamento si trova nel palazzo di Santiago de Compostela.

Per la X legislatura, il Presidente del Parlamento è Miguel Ángel Santalices.

StoriaModifica

Come i parlamenti dei Paesi Baschi, della Catalogna e dell'Andalusia, il Parlamento della Galizia è costituito dopo le prime elezioni autonome, tenutesi nel 1981, dalla stesura dello Statuto di autonomia secondo la procedura stabilite all'articolo 151.2 della Costituzione, dai membri delle Cortes Generales eletti nelle corrispondenti province nella prima legislatura della monarchia, presieduta da Adolfo Suárez.

La prima sessione costitutiva del parlamento galiziano ebbe luogo il 19 dicembre 1981 (I legislatura) presso il Palazzo Gelmírez, dopo che si tennero le prime elezioni autonome nella sua storia, il 20 ottobre 1981.

In precedenza, il 18 maggio 1981, lo Statuto di autonomia della Galizia era entrato in vigore e fu approvato nel referendum tenutosi il 21 dicembre 1980.

FunzioniModifica

Le principali funzioni del parlamento galiziano sono:

SedeModifica

Il parlamento della Galizia ha sede nel Pazo do Hórreo, a Santiago de Compostela, dal 1989. In precedenza aveva occupato due sedi provvisorie (i palazzi Gelmírez e Fonseca, entrambi a Santiago). L'edificio fu costruito all'inizio del XX secolo per ospitare una scuola di veterinaria.

Il Pazo do Hórreo dispone di tutte le risorse necessarie affinché i deputati possano svolgere il proprio lavoro: sala plenaria, sale delle commissioni, sale stampa e altre unità ad uso multiuso, sia per riunioni interne che per attività pubbliche e incontri con gruppi. Un'attrezzatura tecnologica completa consente di offrire dal vivo, attraverso il web, le sessioni plenarie e le commissioni.

Il Parlamento ospita anche una variegata e preziosa collezione d'arte, pittura e scultura galiziane contemporanee e ha una grande biblioteca.

PresidentiModifica

Legislatura Titolare Partito Elezione Inizio Fine
I Antonio Rosón Pérez AP 1º turno : 50 voti 19 dicembre 1981 17 dicembre 1985
II 1º turno : 31 voti
2º turno : 34 voti
19 dicembre 1981 24 aprile 1986
Tomás Pérez Vidal AP 1º turno : 34 voti
2º turno : 34 voti
13 maggio 1986 16 gennaio 1990
III Victorino Núñez Rodríguez PP 1º turno : 38 voti 16 gennaio 1990 16 novembre 1993
IV 1º turno : 43 voti 16 novembre 1993 18 novembre 1997
V José María García Leira PP 1º turno : 42 voti 18 novembre 1997 20 novembre 2001
VI 1º turno : 41 voti 20 novembre 2001 18 luglio 2005
VII Dolores Villarino Santiago PSOE 1º turno : 38 voti 18 luglio 2005 1º aprile 2009
VIII Pilar Rojo PP 1º turno : 38 voti 1º aprile 2009 16 novembre 2012
IX 1º turno : 40 voti 16 novembre 2012 12 gennaio 2016
Miguel Ángel Santalices PP 1º turno : 41 voti 26 gennaio 2016 21 ottobre 2016
X 1º turno : 41 voti 21 ottobre 2016 in carica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN149779282 · ISNI (EN0000 0001 1942 1604 · LCCN (ENn83199979 · BNE (ESXX127995 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n83199979