Apri il menu principale

Pasitea (mitologia)

una delle tre Grazie nella mitologia greca
Le tre Grazie di Antonio Canova

Pasitea (in greco antico: Πασιθέα, Pasithéa, «rilassamento»), nella mitologia greca, è una delle tre Grazie nonché la più giovane, sposa di Hypnos dio del sonno, che rappresenta la personificazione del riposo e della meditazione.[1]

DescrizioneModifica

Ha una ascendenza diversa dalle altre Grazie. Non è figlia di Zeus e dell'oceanina Eurinome ed Esiodo[2] non la menziona; ciononostante, fonti tardive la fanno figlia di Afrodite e di Dioniso[3][4].

Le sue sorelle sono Aglaia, Eufrosyne e Thalia. Nel libro 14 dell'Iliade di Omero, Era la promette in matrimonio con Hypnos il dio del sonno in cambio di un favore: fare addormentare Zeus. Sebbene le Grazie di solito fossero tre, secondo gli spartani, Cleta, non Thalia, era la terza, e altre volte sono menzionate altre grazie, tra cui Auxo, Hegemone, Peitho e Phaenna. Pasithea è anche il nome di uno dei Nereidi.

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca