Pasteur de Sarrats

cardinale e arcivescovo cattolico francese
Pasteur de Sarrats, O.Min.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Chiostro di ognissanti, personalità francescane 20 Pasteur de Sarrats.JPG
Template-Cardinal.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Assisi dal 1337 al 1339
Arcivescovo di Embrun dal 1339 al 1350
 
Nato?
Nominato vescovo1º ottobre 1337 da papa Benedetto XII
Elevato arcivescovo27 gennaio 1339 da papa Benedetto XII
Creato cardinale17 dicembre 1350 da papa Clemente VI
Deceduto11 ottobre 1356, Avignone
 

Pasteur de Sarrats, o anche Pastore di Serrascuderio (... – Avignone, 11 ottobre 1356), è stato un cardinale e arcivescovo cattolico francese.

BiografiaModifica

Entrò giovane nell'Ordine francescano. Studiò teologia a Parigi laureandosi nel 1333. Godeva della stima di papa Benedetto XII tanto che gli affidò la redazione delle costituzioni Benedictus Deus e della bolla Redemptor noster, con la quale stabiliva nuove regole per l'Ordine. Nel 1337 fu nominato vescovo di Assisi e due anni dopo arcivescovo di Embrun. Fu legato pontificio in Francia e si distinse nella lotta contro l'eresia valdese.

Il 17 dicembre 1350 fu nominato cardinale presbitero del titolo dei Santi Marcellino e Pietro. Partecipò al conclave del 1352 nel quale fu eletto papa Innocenzo VI.

Alla sua morte fu sepolto nella chiesa di San Francesco in Avignone.

BibliografiaModifica

  • Remigio Ritzler, I cardinali e i papi dei Frati Minori Conventuali, in Miscellanea francescana, 71 (1971) 28-29

Collegamenti esterniModifica