Patintero

gioco filippino per bambini
Patintero
Pinaka Mahabang Todo Patintero 2012 (7732009648).jpg
Persone che giocano a patintero
Luogo origineFilippine
Regole
N° giocatoridai 2 ai 6 per squadra
Squadre2

Patintero, noto anche come harangang-taga o tubigan, (lett. "fuga dall'inferno" o "blocca il corridore") è un tradizionale gioco per bambini filippino. Insieme a tumbang preso, era uno dei giochi all'aperto più popolari giocati dai bambini nelle Filippine.[1]

EtimologiaModifica

Patintero deriva dalla parola spagnola tinte ("tinta" o "inchiostro") in riferimento alle linee disegnate. Un altro nome è tubigan, tubiganay, o tubig-tubig ("[gioco] acqua"), a causa del fatto che le linee della griglia sono anche comunemente tracciate bagnando il terreno con acqua. È anche conosciuto come harangang-taga o harang-taga (letteralmente "blocca e prendi"), riferendosi alle meccaniche del gioco.[2][3]

Altri nomi per il gioco sono rappresentati da lumplumpas (igorot), sabatan (kapampangan), sinibon o serbab (Ilocano) e tadlas (per quattro giocatori) o birus-birus (per sei giocatori) nelle Visayas orientali.[3]

DescrizioneModifica

 
Un tagger può taggare solo quando i suoi piedi toccano la linea

Patintero si gioca su una griglia rettangolare disegnata sul terreno. Il rettangolo è solitamente tra i 5 e i 6 metri di lunghezza e i 4 metri di larghezza. È suddiviso in quattro o sei parti uguali tracciando una linea longitudinale centrale e poi una o due linee trasversali. La dimensione del rettangolo e il numero di suddivisioni possono essere regolati in base al numero di giocatori. I singoli quadrati nella griglia devono essere abbastanza grandi da consentire a qualcuno di stare al centro, fuori dalla portata di qualcuno in piedi sulle linee.[4][5][6][7]

Sono necessarie due squadre, ciascuna dai due ai sei giocatori. Una squadra agisce come tagger ("acchiappatore"), l'altra come corridori. Ciò di solito è deciso tramite un gioco di sasso-carta-forbici (jak-en-poy) o dal lancio di una moneta.[4][5][6][7]

Lo scopo del gioco è attraversare il rettangolo avanti e indietro senza essere taggati (acchiappati). Di solito viene assegnato un tagger per riga trasversale. I marcatori possono muoversi solo lungo le rispettive linee, ad eccezione del marcatore sulla prima linea che è considerato il caposquadra (patotot). A differenza degli altri tagger, il patotot può muoversi anche lungo la linea longitudinale centrale.[3] I taggatori possono bloccare i corridori in qualsiasi momento, compresi quelli che li hanno già superati, ma entrambi i loro piedi devono essere sempre sulle linee. Acchiappare un corridore quando nessuno dei due piedi o solo un piede sta toccando la linea non viene conteggiato.[4]

I corridori possono attraversare in qualsiasi momento e verso qualsiasi casella adiacente, tuttavia, possono uscire dal rettangolo di gioco solo alle due estremità del rettangolo. Una volta che un corridore è stato taggato, è eliminato e attende la partita successiva. Le squadre ottengono punti quando completano isang gabi ("una notte"), un circuito completo del rettangolo di gioco, da un'estremità all'altra e viceversa. Una volta che tutti i corridori sono stati taggati, le squadre invertono i ruoli, con i tagger che diventano i corridori e viceversa.[4][6]

In alcune versioni del gioco, la partita termina se viene taggato anche un solo corridore. In altre, questo vale solo se il patotot della squadra è taggato. Nelle versioni moderne, a volte c'è anche un limite di tempo per quanto tempo i corridori possono tentare di segnare punti. La partita termina allo scadere del tempo, indipendentemente dal fatto che non siano stati segnati punti.[4][6]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Noemi M. Pamintuan-Jara, Whatever happened to ‘patintero’?, in Philippine Daily Inquirer. URL consultato il 6 novembre 2011.
  2. ^ (EN) Old-Fashioned Filipino Games, su Ethnic Groups Philippines, 7 marzo 2016. URL consultato il 6 novembre 2021.
  3. ^ a b c Doris Corbett, John Cheffers e Eileen Crowley Sullivan, Unique Games and Sports Around the World: A Reference Guide, Greenwood Publishing Group, 2001, p. 183, ISBN 9780313297786.
  4. ^ a b c d e (EN) Patintero, su Playworks. URL consultato il 6 novembre 2011.
  5. ^ a b (EN) How to Play Patintero, su Tagalog Lang. URL consultato il 6 novembre 2021.
  6. ^ a b c d (EN) Patintero a.k.a. Tubigan or Harangang Taga, su SEAsite, Center for Southeast Asian Studies, Northern Illinois University. URL consultato il 6 novembre 2021.
  7. ^ a b (EN) Justin Posadas, Laro ng lahi: How to play patintero, tumbang preso and more!, su The Asian Parent Philippines. URL consultato il 6 novembre 2021.

Voci correlateModifica

  Portale Asia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Asia