Pavimento

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il problema matematico, vedi tassellatura.

Con pavimento si intende generalmente una superficie piana, poggiata o spesso incollata a un sottofondo[1]. Il tipo di pavimento dipende dai requisiti previsti nella sua vita utile, come l'estetica, la resistenza ai carichi, all'abrasione.

Pavimento

StoriaModifica

Circa 5.000 anni fa gli egiziani svilupparono pavimenti in pietra e mattoni e circa 3000 anni fa i greci creavano mosaici di ciottoli per i loro pavimenti[2].

I primi tappeti sono stati creati nel 5000 a.C. circa. Sebbene i tessuti intrecciati fossero usati principalmente come rivestimenti per pareti o tavoli fino all'ascesa del tappeto persiano nel XVII secolo, sono una delle opzioni di pavimentazione più antiche. L'origine esatta della tessitura dei tappeti per coprire la pavimentazione rimane sconosciuta[3].

 
I pavimenti possono incorporare vetro, mosaico o altre espressioni artistiche, come questo piccolo mosaico del Museo Rietberg (Zürich, Svizzera)

Le piastrelle di ceramica (risalenti al 4700 a.C. in Egitto, mentre le piastrelle di vetro erano popolari nel 2500 a.C.) per i pavimenti furono usate a partire dal 4000 a.C. circa[4].

Gli antichi Romani per costruire i pavimenti utilizzavano piccoli sassi, ghiaia, frammenti di coccio o mattone, calce e pozzolana o terra di Santorini (usata nel mondo greco), su cui eseguivano spesso dei mosaici. Il termine pavimento infatti deriva dal latino pavimentum (superficie di terra battuta, selciato, lastricato”) che a sua volta deriva da pavire (battere il terreno, livellare, spianare)[5].

Anche gli antichi Egizi creavano motivi sui pavimenti, ad esempio gli Emblemata (Emblema al singolare), dei piccoli pannelli in mosaico, creati anche dai Romani[5].

Lo stile del pavimento fatto in legno duro[6] è apparso per la prima volta nel 1600 d.C., è stato solo nell'era barocca che le persone hanno iniziato a rifinire i pavimenti in legno duro[7].

Il pavimento in legno più antico è stato inventato nel medioevo nel 400 d.C. In questo periodo, le tavole di legno per la prima volta venivano posate, levigate e colorate (o verniciate)[7].

Nel 12º secolo i monaci iniziarono a usare le piastrelle anche per creare motivi sui pavimenti delle cattedrali[4].

I pavimenti in gomma apparvero per la prima volta intorno al 1200 e rimasero popolari fino al 1600.

Le piastrelle decorate sono state utilizzate in Turchia, Medio Oriente e nei Paesi Bassi durante il 1600[3].

Nel 1700 e nel 1800 le assi di legno divennero più popolari con il materiale di lunghezza da 8 a 16 pollici, di spessore di 7/8 pollici e larghezza da 2,5 a 3,25 pollici[2].

Frederick Walton nel 1863 brevettò il linoleum, prodotto mescolando olio di lino con polvere di legno o sughero (o entrambi), resine, pigmenti, calcare macinato e agenti essiccanti[2][8].

Nel 1926 l'inventore americano Waldo Semon creò il PVC, in seguito usato anche per creare pavimenti[2][3][9].

Sono emerse poi molte altre opzioni di pavimentazione, incluso il legno multistrato nel 1960, il laminato nel 1970 e l'arrivo dei pavimenti in bambù nel 1990[10].

Negli anni 2010 e 2020 sono nate tecnologie digitali e touch screen che permettono di far interagire le persone con i pavimenti attraverso giochi interattivi, advergame, gamification, eccetera[11][12].

TipologieModifica

I principali tipi sono[13][14][15][16]:

A seconda della collocazione, interna o esterna a edifici[17][18]:

Un caso particolare è quello del pavimento galleggiante che consente variazioni e anche stravolgimenti della destinazione d'uso[19].

Tabella sinotticaModifica

Tipo Descrizione Immagine
pavimento industriale Una pavimentazione continua costituita da una piastra orizzontale in calcestruzzo che può essere o debolmente armata, o armata in modo tradizionale, e/o fibrorinforzata in modo strutturale, o armata con sistema di post-tensione, in genere di grande dimensione.
 
Pavimento in calcestruzzo
pavimento commerciale Spesso una superficie di camminamento molto ampia che deve garantire resistenza ad usura e buona conservazione nel corso del tempo.
 
Negozio a Singapore: ingresso con pavimento di lusso
pavimento residenziale Una particolare finitura delle superfici calpestabili adibite alla civile abitazione.
 
Pavimentazione di una residenza romana a mosaico e tasselli lapidei della Domus romana (Asti)
pavimento stradale La parte più superficiale della strada.
 
Basolato della Via Appia
pavimento galleggiante Detto anche pavimento sopraelevato, è un supporto composto fondamentalmente da pannelli di dimensione standard 60x60 cm e da un telaio metallico di sopraelevazione.
 
Piano rialzato. Per rimuovere una piastrella è stato utilizzato un sollevatore per piastrelle a ventosa.
Generi Descrizione Immagine
pavimentazione interna Ha la funzione di conferire alle superfici di calpestio il grado di finitura richiesto e di trasmettere i carichi di servizio alle strutture orizzontali degli edifici o, in determinati casi, al terreno.
 
Pavimentazione interna
pavimentazione esterna La posa di un pavimento in ambiente esterno agli edifici.
 
Strada esterna in cubetti di porfido

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ paviménto, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ a b c d A not-so-boring history of flooring, in Christian Science Monitor, 18 maggio 2004. URL consultato il 9 marzo 2022.
  3. ^ a b c (EN) All American Flooring, The History of the Flooring Materials over the Ages, su All American Flooring - DFW's Favorite Flooring & Remodeler Since 1989, 29 giugno 2019. URL consultato il 9 marzo 2022.
  4. ^ a b (EN) A Visual History of Flooring Across The World | Discount Flooring Depot Blog, su www.discountflooringdepot.co.uk. URL consultato il 9 marzo 2022.
  5. ^ a b Il mosaico romano: tecnica e visione su "Il mosaico di Alessandro", su Flyde.it, 20 maggio 2020. URL consultato il 9 marzo 2022.
  6. ^ La durezza dei legni, tutte le tipologie | Bricoliamo, su Bricoliamo | Articoli tecnici, guide, economia e tutorial sul giardinaggio e l’arredo casa; tutte le novità del settore bricolage e fai-da-te, 1º dicembre 2006. URL consultato il 9 marzo 2022.
  7. ^ a b (EN) Bridget Mallon, A Brief History Of...Flooring, su ELLE Decor, 3 settembre 2015. URL consultato il 9 marzo 2022.
  8. ^ (EN) Floor Covering Invented By Frederick Walton - Campsite Adventures CodyCross Answers, su CodyCross Answers & Solutions, 3 settembre 2020. URL consultato il 9 marzo 2022.
  9. ^ Waldo Semon | Lemelson, su lemelson.mit.edu. URL consultato il 9 marzo 2022.
  10. ^ (EN) Advantages and Disadvantages of Bamboo Flooring, su The Spruce. URL consultato il 9 marzo 2022.
  11. ^ (EN) Dynamic Floor | Interactive Floor Projector | Breeze Creative, su Breeze. URL consultato il 9 marzo 2022.
  12. ^ Interactive Floors | Innovative Audio Visual Solutions | Evoke Technologies, su evoketech.co.uk. URL consultato il 9 marzo 2022.
  13. ^ I Pavimenti Industriali in calcestruzzo sono una struttura che deve essere progettata e controllata, su ingenio-web.it.
  14. ^ Pavimenti per spazio commerciale, su Materie - superfici d'arredo, 18 dicembre 2018. URL consultato il 9 marzo 2022.
  15. ^ Residential Floor Plans, su Pinterest. URL consultato il 9 marzo 2022.
  16. ^ Pavimentazione stradale: composizione e tipologie, su Motori Magazine, 10 agosto 2017. URL consultato il 9 marzo 2022.
  17. ^ Alessandra Marra, Pavimenti per esterni, guida alla scelta, su Edilportale, 28 luglio 2016. URL consultato il 9 marzo 2022.
  18. ^ Elena Cervi, Tipi di Pavimento – Viaggio Alla Scoperta del Pavimento per Interni, su Riflessisrl. URL consultato il 9 marzo 2022.
  19. ^ Matterazzo U., Il pavimento sopraelevato. Sistema costruttivo, applicazioni e normative, Rimini, Maggioli, 2015.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 14596 · LCCN (ENsh85049184 · GND (DE4018987-9 · BNF (FRcb11958283w (data) · J9U (ENHE987007535915805171 · NDL (ENJA00574452