Apri il menu principale
Annunciazione

Per l'Annunziata la rondine è ritornata (noto anche come "San Benedetto la rondine sotto al tetto"), è un proverbio popolare che associa un evento religioso, come la celebrazione dell'Annunciazione, ad uno profano, come la data che nell'antichità veniva celebrata come quella dell'equinozio di primavera.

La celebrazione dell'Annunciazione cade il 25 marzo e ai tempi di Giulio Cesare coincideva con l'equinozio, ecco perché l'anno liturgico iniziava da quella data, inoltre anticamente era diffusa la convinzione che il 25 marzo fosse la data della creazione del mondo e della morte di Gesù.[1]

Indice

L'Annunziata e la rondineModifica

«Per l'Annunziata
la rondine è ritornata
(se non è arrivata
è per strada o è malata).»

Il rientro delle rondini dalla migrazione autunnale annunciano la primavera che inizia poco prima della celebrazione dell'Annunciazione.

L'Annunziata e la zuccaModifica

«Per l'Annunziata
la zucca è nata.»

In effetti la coltivazione della zucca richiede un clima più caldo.

Proverbi dialettaliModifica

L'Annunziata in PugliaModifica

«La die de l'Annenziate
pare bbèlle 'u semenate.
»

(dialettale pugliese)

("Il giorno dell'Annunziata, appare bello il seminato").

L'Annunziata nelle MarcheModifica

«Dopo l'Annunziata
se pianta lo granturco.
»

(dialettale marchigiano)

("Dopo l'Annunziata si pianta il granturco").

L'Annunziata in PiemonteModifica

«A l'Anonsià la ròndola sot ca»

(dialettale piemontese)

("All'Annunziata la rondine sotto casa")

L'Annunziata in RomagnaModifica

«Int e' dla Madona di garzun da viôl no cojan pió Annunziata
parchè a' l perd tot al vartó.
»

(dialettale romagnolo)

("Il giorno dell'Annunciazione non cogliere più le viole perché perdono tutto il profumo"). Il senso del proverbio è che le viole perdono gradualmente il loro profumo a mano mano che passano i giorni della primavera.

NoteModifica

  1. ^ Carlo Lapucci & Anna Maria Antoni, I proverbi del mese, ed. Garzanti, 1985, pp. 27-28

BibliografiaModifica

  • Carlo Lapucci e Anna Maria Antoni, I proverbi del mese, Garzanti, 1985.
  • T. Buoni, Nuovo thesoro de' proverbij italiani, Venezia, 1604.
  • N. Castagna, Proverbi italiani raccolti e illustrati, Napoli, 1869.
  • U. Rossi, Proverbi agricoli, Firenze, 1931.
  • A. Pochettino, Tradizioni meteorologiche popolari, Torino, 1930.
  • A. Arthaber, Dizionario comparati di proverbi e modi proverbiali, Milano, 1929.
  Portale Festività: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di festività