Apri il menu principale
Pfyn
comune
Pfyn – Stemma
Pfyn – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Thurgau matt.svg Turgovia
DistrettoFrauenfeld
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate47°35′46″N 8°57′21″E / 47.596111°N 8.955833°E47.596111; 8.955833 (Pfyn)Coordinate: 47°35′46″N 8°57′21″E / 47.596111°N 8.955833°E47.596111; 8.955833 (Pfyn)
Altitudine411 e 438 m s.l.m.
Superficie13,0 km²
Abitanti1 943 (2016)
Densità149,46 ab./km²
FrazioniBurg, Dettighofen, Hirzensprung, Lochmüli, Rüti
Comuni confinantiFelben-Wellhausen, Herdern, Homburg, Hüttlingen, Müllheim, Warth-Weiningen
Altre informazioni
Cod. postale8505
Prefisso052
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS4841
TargaTG
Nome abitantipfyner
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Pfyn
Pfyn
Pfyn – Mappa
Sito istituzionale

Pfyn (toponimo tedesco) è un comune svizzero di 1 943 abitanti del Canton Turgovia, nel distretto di Frauenfeld.

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

Dal nome del paese deriva quello della cultura di Pfyn, una cultura del Neolitico (4300 a.C. circa); in epoca romana presso Pfyn sorgeva un castrum (III-V secolo)[1].

Dal comune nel 1816 furono scorporate le località di Herdern e Lanzenneunforn, divenute comuni autonomi; nel 1998 Pfyn ha inglobato il comune soppresso di Dettighofen[1].

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
La chiesa paritaria di San Bartolomeo
 
Il castello di Pfyn
  • Chiesa paritaria (cattolica e riformata) di San Bartolomeo[1];
  • Castello di Pfyn[1].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

 

AmministrazioneModifica

Fino al 2010 ha fatto parte del distretto di Steckborn. Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Hansjörg Brem, Albin Hasenfratz, Erich Trösch, Pfyn, in Dizionario storico della Svizzera, 29 marzo 2011. URL consultato il 20 dicembre 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN168238519 · LCCN (ENno2009058817 · GND (DE2146988-X · WorldCat Identities (ENno2009-058817
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera