Apri il menu principale

Picea glauca

specie di pianta della famiglia Pinaceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Picea glauca
Picea glauca tree.jpg
Picea glauca
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukarya
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Pinophyta
Classe Pinopsida
Ordine Pinales
Famiglia Pinaceae
Genere Picea
Specie P. glauca
Nomenclatura binomiale
Picea glauca
(Moench) Voss, 1907
Sinonimi
Nomi comuni

(EN) White Spruce (EN) Canadian Spruce (IT) peccio bianco (IT) peccio canadese

Areale

Picea glauca range map.png

Picea glauca, (Moench) Voss, 1907, è una specie di peccio, appartenente alla famiglia delle Pinaceae, originario della foresta boreale del Nord America, dall'Alaska fino alla costa atlantica, inclusa l'isola di Terranova, con estensione meridionale fino al Montana, Minnesota e Maine.[2][3][1][4][5]

È localmente noto con vari nomi tra cui principalmente abete del Canada o abete delle Black Hills.[6]

Indice

EtimologiaModifica

Il nome generico Picea, utilizzato già dai latini, potrebbe, secondo un'interpretazione etimologica, derivare da Pix picis = pece, in riferimento all'abbondante produzione di resina.[7] Il nome specifico glauca fa riferimento al caratteristico colore verde-bluastro della chioma.[8]

MorfologiaModifica

 
Foglie e pigne
 
Semi

L'abete del Canada è un albero sempreverde, alto mediamente 30 metri, ma che può raggiungere anche i 40-50 m, con un tronco del diametro fino ad un metro. La corteccia è sottile e con scaglie desquamanti di circa 10 cm di diametro. La cima è a forma conica negli esemplari giovani e tende a diventare cilindrica con l'età. Le foglie aghiformi hanno lunghezza di 12-20 mm, con sezione rombica, di colore blu-verdastro nella pagina superiore dove sono presenti numerose linee stomatiche, e blu-biancastro nella pagina inferiore dove si trovano due larghe bande di stomi.[2][3]

Le pigne sono pendule, a forma di cilindri affusolati, lunghe da 3 a 7 cm e larghe 1,5 cm da chiuse, fino a 2,5 cm aperte. Hanno scaglie sottili e flessibili di 15 mm, con margine arrotondato. Il colore inizialmente verde o rossastro, diviene marron chiaro a maturazione, dopo 4-6 mesi dall'impollinazione. I semi sono neri, lunghi 2-3 mm, con un'esile ala marroncino lunga da 5 a 8 mm.[2][3]

Distribuzione e habitatModifica

Rappresenta la più importante presenza vegetale arborea nelle foreste boreali del continente nordamericano; vegeta dal livello del mare (nella parte settentrionale dell'areale) ai 1900 m (nella parte meridionale), su suoli usualmente di origine fluviale o glaciale, lievemente acidi o neutri e spesso podzolici. Il clima di riferimento è prevalentemente di tipo freddo continentale, tranne nella parte più orientale dell'areale dove prevale quello marittimo, con precipitazioni annue che variano dai 200 ai 1250 mm; anche la stagione vegetativa è molto variabile, dai 25 ai 160 giorni annui. Cresce in formazioni prevalentemente pure in gran parte del suo areale con saltuaria ricorrenza di Betula papyrifera; in alcune parti dell'areale si accompagna anche a altre conifere.[1]

TassonomiaModifica

Delle varietà descritte nel corso dei decenni, a parte la varietà-tipo P. glauca var. glauca (che comunque The Plant List considera un sinonimo)[9], l'unica ad essere accettata da una buona parte degli autori è P. glauca var. albertiana: essendo un ibrido naturale con P. engelmannii, endemica della zona dove gli areali delle due specie si sovrappongono, The Plant List la accetta con il taxon Picea × albertiana.[10][11] Un'altra varietà descritta nel 2006, Picea glauca var. porsildii, sembrerebbe essere sempre frutto dell'ibridazione con P. engelmannii ed è attualmente considerata da The Plant List un sinonimo di Picea × albertiana.[10][11] Un ulteriore importante ibridizzazione naturale avviene con Picea sitchensis nella parte canadese dell'areale dove le due specie si sovrappongono. Questo taxon viene accettato con il nome di Picea × lutzii.[10][12]

SinonimiModifica

Numerosi sono i sinonimi riportati:[9]

  • Abies alba var. caerulea J.Nelson
  • Abies alba var. nana Jacques
  • Abies alba var. virescens (R.Hinterh. & J.Hinterh.) Nyman
  • Abies artica A.Murray bis
  • Abies canadensis Mill.
  • Abies canadensis var. aurea J.Nelson
  • Abies coerulea Lodd. ex J.Forbes
  • Abies laxa (Münchh.) K.Koch
  • Abies rubra var. violacea Loudon
  • Abies virescens R.Hinterh. & J.Hinterh.
  • Picea acutissima Beissn.
  • Picea alba (Münchh.) Link
  • Picea alba var. foetida Penh.
  • Picea alba var. pendula Carrière
  • Picea canadensis var. albertiana Rehder
  • Picea canadensis var. glauca (Moench) Sudw.
  • Picea canadensis f. parva Vict.
  • Pinus canadensis var. pendula (Carrière) C.K.Schneid.
  • Picea coerulea (Lodd. ex J.Forbes) Link
  • Picea glauca f. aurea (J.Nelson) Rehder
  • Picea glauca f. buxoides J.R.Schramm
  • Picea glauca f. caerulea (J.Nelson) Rehder
  • Picea glauca f. conica Rehder
  • Picea glauca var. glauca
  • Picea glauca f. glauca
  • Picea glauca f. nana (Jacques) Rehder
  • Picea glauca f. parva Fernald & Weath.
  • Picea glauca var. pendula (Carrière) Hornibr.
  • Picea laxa Sarg.
  • Pinus abies var. alba Münchh.
  • Pinus abies var. laxa Münchh.
  • Pinus alba (Münchh.) Aiton
  • Pinus alba var. arctica (A.Murray bis) Parl.
  • Pinus canadensis var. alba (Münchh.) Castigl.
  • Pinus glauca Moench
  • Pinus laxa (Münchh.) Ehrh.
  • Pinus tetragona Moench

UsiModifica

Il legno di questa specie riveste grande importanza economica: tenace e ben lavorabile, è utilizzato in edilizia e nell'industria cartaria. In Alaska le caratteristiche baite vengono costruite spesso con tronchi di peccio bianco, con la corteccia lasciata sulla parte rivolta all'esterno. Altri utilizzi tipici sono in carpenteria, falegnameria, per effettuare finiture in legno e pavimentazioni interne; meno comuni ma particolari sono le realizzazioni di strumenti musicali e pagaie per le canoe. Viene molto apprezzato come albero ornamentale, ed in commercio esistono diverse cultivar originate dalla varietà albertiana.[1]

ConservazioneModifica

Trattasi di specie con areale vastissimo e presenza molto comune, e pertanto viene classificata come specie a rischio minimo nella Lista rossa IUCN.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e (EN) Farjon, A. 2013, Picea glauca, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.2, IUCN, 2018.
  2. ^ a b c Farjon, A. (1990). Pinaceae. Drawings and Descriptions of the Genera. Koeltz Scientific Books ISBN 3-87429-298-3.
  3. ^ a b c Rushforth, K. (1987). Conifers. Helm ISBN 0-7470-2801-X.
  4. ^ Gymnosperm Database: Picea glauca
  5. ^ Flora of North America: Picea glauca
  6. ^ Hans Nienstaedt, Hans Nienstaedt and John C. Zasada, Picea glauca (Moench) Voss, su Silvics of North America, Volume 1:Conifers, United States Forest Service, 1990. URL consultato il 14 novembre 2010.
  7. ^ Picea glauca, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 10 giugno 2019.
  8. ^ (EN) Aljos Farjon, A Handbook of the World's Conifers (2 vols.), Brill, 2010, pp. 571-572. URL consultato il 10 giugno 2019.
  9. ^ a b (EN) Picea glauca (Moench) Voss, su The Plant List. URL consultato il 10 giugno 2019.
  10. ^ a b c (EN) Picea glauca, su The Gymnosperm Database. URL consultato il 10 giugno 2019.
  11. ^ a b (EN) Picea × albertiana S.Br., su The Plant List. URL consultato il 10 giugno 2019.
  12. ^ (EN) Picea × lutzii, su The Plant List. URL consultato il 10 giugno 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Picea glauca, su BHL. URL consultato il 10 giugno 2019.
  • (EN) Picea glauca, su American Conifer Society. URL consultato il 10 giugno 2019.
  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica