Apri il menu principale

Ponte (musica)

dispositivo utilizzato su strumenti a corde per agganciare e sostenere le corde
Ponticello di una viola

Il ponte è un dispositivo utilizzato su strumenti a corde, come gli archi, i bassi e le chitarre, per agganciare e sostenere le corde e permettere a queste ultime di vibrare in modo libero per produrre i vari suoni attraverso il punto in cui le stesse corde si appoggiano, il cosiddetto osso del ponte[senza fonte].

Funzionamento e PosizionamentoModifica

Gli strumenti musicali a più corde producono il suono attraverso l'applicazione di un'energia sulle corde che vengono poste in moto vibratorio. Gli archi in sé producono un suono molto ridotto, perché le corde non riescono a vibrare in libertà, per farlo appunto si utilizza il ponte il quale è posizionato sul corpo dello strumento dalla parte opposta al manico. Esso serve inoltre a garantire l'accordatura, migliore è il ponte più a lungo si manterrà l'accordatura.

Tipi di ponteModifica

 
Ponte di una chitarra elettrica Gibson Les Paul del 1987

Nelle chitarre elettriche esistono due tipi di ponte: quello fisso e quello mobile, che è chiamato anche tremolo.

BibliografiaModifica

  • A.B.Wood (Admiralty Research Laboratory), A Textbook of Sound, Publ Bell, 3ª ed. 1955.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica

]