Apri il menu principale

Porta (calcio)

struttura oltre la quale è necessario far passare il pallone per siglare un gol nel calcio
Una porta da calcio con misure regolamentari: il giocatore all'interno è il portiere.

La porta è un elemento del campo da calcio, delimitante il fondo del rettangolo stesso.[1][2]

Indice

Misure e rilevanza regolamentareModifica

Insieme al pallone, la porta rappresenta un elemento fondamentale: la sfera deve, infatti, essere inviata all'interno di essa per realizzare il gol.[3]

Le porte, che sono poste agli estremi del campo, hanno le seguenti caratteristiche:

Al loro interno, le porte sono delimitate dalle reti: esse hanno lo scopo di trattenere il pallone dopo la segnatura di un gol, per rendere evidente la marcatura stessa.[3] La porta viene difesa dal portiere, uno per squadra, l'unico calciatore al quale il regolamento permette di giocare la palla con le mani (limitatamente alla propria area di rigore).[1]

Tecnologia di portaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tecnologia di porta.

A partire dagli anni 2010, per contrastare il fenomeno dei gol fantasma, la FIFA ha introdotto 2 innovazioni: i giudici di porta, cui spetta il compito di osservare il gioco nell'area di rigore (anche per l'eventuale concessione di calci di rigore oppure d'angolo).[4] e la tecnologia di porta, atta a rivelare l'effettivo superamento (totale) della linea di porta da parte del pallone.[5]

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Marco Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano, II volume, Baldini Castoldi Dalai, 2000, p. 2138, ISBN 88-8089-862-0.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica