Apri il menu principale

Questo piccolo grande amore/Porta Portese

singolo di Claudio Baglioni del 1972
(Reindirizzamento da Porta Portese (brano musicale))
Questo piccolo grande amore/Porta Portese
ArtistaClaudio Baglioni
Tipo albumSingolo
PubblicazioneOttobre 1972
Album di provenienzaQuesto piccolo grande amore (solo il lato A)
GenerePop[1][2]
Pop rock[1][2]
Folk[2]
EtichettaRCA Italiana PM 3672
ProduttoreAntonio Coggio
Registrazione1972
Formati45 giri
Claudio Baglioni - cronologia

Questo piccolo grande amore/Porta Portese è il sesto 45 giri di Claudio Baglioni, pubblicato dall'RCA Italiana nell'ottobre del 1972.

Indice

Il discoModifica

Dopo il ritiro dal mercato del disco Questo piccolo grande amore/Caro padrone a poche settimane dalla pubblicazione l'RCA Italiana distribuisce questo 45 giri, dove entrambe le canzoni sono tratte dall'LP Questo piccolo grande amore/Porta Portese, pur se con alcune differenze nelle versioni.

Questo piccolo grande amore è presente nella stessa versione inserita nel 45 giri precedente ed è differente da quella sull'album per delle piccole modifiche nel testo ("la paura e la voglia di essere nudi" diventa "la paura e la voglia di essere soli", mentre "mani sempre più ansiose di cose proibite" è modificato in "mani sempre più ansiose, le scarpe bagnate").

 Lo stesso argomento in dettaglio: Questo piccolo grande amore (brano musicale).

Porta Portese invece ha una strofa in meno (quella che inizia con "Tutti rotti quei calzoni..."), e ciò rende quindi questa versione più corta.

Musicalmente la canzone ha una melodia orecchiabile ed alcune influenze country nell'arrangiamento (curato da Tony Mimms), sottolineate dal banjo suonato da Silvano Chimenti, mentre il ritornello è cantato in coro dai "Cantori Moderni" di Alessandroni.

Il testo (che si inserisce nella storia raccontata dall'album) descrive il ritorno in licenza del protagonista, che si reca al mercato di Porta Portese per comprare dei blue jeans: nelle due strofe vengono descritti alcuni personaggi che il ragazzo incontra tra le bancarelle (la vecchia che ha sul banco foto di Papa Giovanni, quello che vende patacche, quello che vende foto nude di Brigitte Bardot)

Nella terza strofa, quella mancante sul 45 giri, il giovane tra la folla noterà la sua ragazza in compagnia di un altro ragazzo ("...quella lì, non è possibile, è lei insieme a un altro,/ non è certo suo fratello quello,/ se l'è scelto proprio bello,/ci son cascato come un pollo io")

Il successoModifica

Questo piccolo grande amore/Porta Portese entrò nella classifica dei singoli più venduti in Italia il 25 novembre 1972, debuttando al 10º posto. Per Baglioni era già quello un ottimo risultato, dato che fino a quel momento il suo massimo successo era stato il singolo Fratello sole sorella luna, che non era andato oltre la trentunesima posizione.[3]. Dopo tre settimane di permanenza in top ten, il 16 dicembre 1972, il 45 giri raggiunse la prima posizione, scalzando Il padrino, singolo di Santo & Johnny che si manteneva in vetta alla classifica da diverse settimane.[4] Questo piccolo grande amore rimase al 1º posto per sei settimane, a cui seguirono altre dodici nelle quali il singolo si alternò fra la seconda e la terza posizione. Alla fine il 45 giri totalizzò complessivamente ventuno settimane in top-ten, risultando essere il quarto singolo più venduto dell'anno,[5] dietro a Crocodile Rock di Elton John (primo posto), Pazza idea di Patty Pravo (secondo posto) e I giardini di Marzo di Lucio Battisti (terzo posto).

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Manlio Fierro, Melisanda Massei Autunnali, Raffaele Pirretto, Discografia Illustrata. Claudio Baglioni, Coniglio Editore, Roma, 2008

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica