Apri il menu principale

Propaganda (gruppo musicale)

gruppo musicale tedesco

StoriaModifica

1982 - 1985Modifica

Dopo alcuni singoli pubblicati in Germania con una tiratura molto limitata, furono notati dal produttore discografico Trevor Horn che procurò loro un contratto per la etichetta discografica ZTT Records.

Trasferitisi in Gran Bretagna, al gruppo si aggiunsero le cantanti Susanne Freytag e Claudia Brücken. Con questa formazione pubblicarono il singolo Dr. Mabuse che entrò nei primi trenta della classifica inglese. Successivamente, Thein abbandona il gruppo, e iniziarono le registrazioni del primo album, A Secret Wish, prodotto da Stephen Lipson.

Preceduto dal singolo Duel, l'album, pubblicato nel 1985, ebbe un grande successo non solo di critica ma anche di vendite. Subito dopo la pubblicazione cominciarono anche i contrasti tra la Casa discografica e il gruppo, dovuti a problemi di contratto nel quale si specificava che gli introiti sui diritti dell'album sarebbero stati concessi alla sola ZTT Records.

Anche per questo motivo l'album di remix, Wishful Thinking, pubblicato nel 1985, fu prodotto da Lipson e Bob Kraushaar senza la partecipazione del gruppo. A questo punto la band si sciolse ed i singoli componenti continuarono le loro carriere più o meno separati.

La Brücken, in quanto moglie di Paul Morley, uno dei procuratori dell'etichetta discografica, rimase con la ZTT, ed in coppia col musicista scozzese Thomas Leer formò il duo Act, che pubblicò il suo unico album dal titolo Laughter, Tears and Rage nel 1988.

Nel 1990, Mertens tornò a calcare le scene sotto il nome "Propaganda" insieme alla cantante Betsi Miller ed al bassista scozzese Derek Forbes, pubblicando l'album 1234, al quale parteciparono anche la Freytag e Dörper. Nonostante i consensi ottenuti dal singolo Heaven Give Me Words, il disco non ebbe un grande riscontro di vendite.

Ritorno 1998 e 2004Modifica

Nel 1998 Mertens, la Brücken e la Freytag si riunirono firmando per la East West Records e cominciarono a lavorare su nuove canzoni. Ne registrarono diverse, una delle quali prodotta da Tim Simenon e con la partecipazione di Martin Lee Gore dei Depeche Mode alla chitarra. Nonostante non fosse stato pubblicato alcun materiale, qualche mese più tardi si poteva trovare un CD in file-sharing, senza titolo, riconducibile a questo loro progetto, con le tracce Cloud 9, Ignorance, Who's the Fool, Beast Within, No Return, To the Future, Turn to the Sun, Dream Within a Dream e Anonymous.

All'inizio del 2005 il duo Freytag/Mertens, con il nome "Propaganda", ha cominciato a pubblicare nuovo materiale per l'etichetta indipendente tedesca Amontillado-Music.

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

SingoliModifica

  • 1984 - Dr. Mabuse (UK #27)
  • 1985 - Duel (UK #21)
  • 1985 - p:Machinery (UK #50)
  • 1985 - p:Machinery (Reactivated) (UK #83)
  • 1990 - Heaven Give Me Words (UK #36)
  • 1990 - Only One Word (UK #71)
  • 1990 - How Much Love
  • 1990 - Wound in My Heart
  • 1995 - P:Machinery (Anniversary Reissue)
  • 2006 - Valley of the Machine Gods

RemixModifica

  • 1985 - Wishful Thinking (UK #82)

RaccolteModifica

  • 2002 - Outside World
  • 2012 - Noise And Girls Come Out To Play
  • 2013 - The Best Of Propaganda

VideografiaModifica

ClassificheModifica

Anno Album Posizione più elevata
UK
[2]
NZ
[3]
SE
[4]
NL
[5]
ITA
1985 A Secret Wish 16 21 25 5 16
1985 Wishful Thinking (Remix Album)
  • Uscita: novembre 1985
  • Etichetta: ZTT Records
82 - - 64 -
1990 1234 46 - 21 45 -
2010 A Secret Wish
  • Uscita: 2010
  • Etichetta: ZTT Records
92 - - - -
2012 Wishful Thinking
  • Uscita: 2012
  • Etichetta: ZTT Records
- - - - -

NoteModifica

  1. ^ (EN) Biografia, ZTT Records. URL consultato il 14 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2014).
  2. ^ Propaganda, Chart Stats. URL consultato il 1º aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2012).
  3. ^ New Zealand - Top Albums Chart, Allcharts.org, 1º gennaio 1970. URL consultato il 1º aprile 2012.
  4. ^ Steffen Hung, Swedish Charts Portal, swedishcharts.com. URL consultato il 1º aprile 2012.
  5. ^ Steffen Hung, Dutch charts portal, dutchcharts.nl. URL consultato il 1º aprile 2012.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN152282980 · ISNI (EN0000 0001 0945 4787 · LCCN (ENn91123193 · GND (DE6058676-X · BNF (FRcb13905912t (data) · WorldCat Identities (ENn91-123193
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica