Apri il menu principale
Provincia Autonoma della Voivodína
Autonomna Pokrajina Vojvodina
Аутономна Покрајина Војводина
Localizzazione
StatoJugoslavia Jugoslavia
Amministrazione
CapoluogoNovi Sad
Lingue ufficialiserbo-croato, ungherese, slovacco, rumeno, e ruteno (russino)
Territorio
Coordinate
del capoluogo
45°15′11.16″N 19°50′24″E / 45.2531°N 19.84°E45.2531; 19.84 (Provincia Autonoma della Voivodína)Coordinate: 45°15′11.16″N 19°50′24″E / 45.2531°N 19.84°E45.2531; 19.84 (Provincia Autonoma della Voivodína)
Superficie21 506 km²
Abitanti1 952 533 (1971)
Densità90,79 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Provincia Autonoma della Voivodína – Localizzazione

La provincia autonoma della Voivodína[1] (serbo-croato Autonomna Pokrajina Vojvodina; cirillico: Аутономна Покрајина Војводина), era una delle aree autonome socialiste della Repubblica Popolare di Serbia in seno alla Repubblica Federativa Popolare di Iugoslavia dal 1946 al 1963. Il capoluogo era Novi Sad.

La provincia autonoma venne costituita all'interno della Serbia incorporando i territori di Sirmia, Banato e Bačka riprendendo il nome storico di Voivodína al posto del precedente nome del banato del Danubio che aveva al tempo del Regno di Iugoslavia.

Nel 1963 con la promulgazione della nuova costituzione la sua denominazione venne cambiata in Provincia Socialista Autonoma della Voivodína diventando dal 1974 al 1992 una delle unità federali della Repubblica Socialista Federale di Iugoslavia.

Nel 1990 quando il XIV Congresso decise la dissoluzione della Lega dei Comunisti di Jugoslavia la regione riprese la denominazione di Provincia Autonoma della Voivodína in seno alla Repubblica di Serbia, entrando a far parte dal 1992, quando in seguito alle guerre iugoslave lo Stato iugoslavo si dissolse, della Repubblica Federale di Iugoslavia, costituita dalla Serbia e dal Montenegro.

NoteModifica

Voci correlateModifica