Psicrometro

strumento per misurare l'umidità dell'aria

Lo psicrometro è uno strumento per misurare l'umidità dell'aria, che si avvale della differenza di temperatura tra un termometro asciutto e uno bagnato.

Psicrometro di Asmann a circolazione forzata

DescrizioneModifica

È costituito da due termometri affiancati, di cui uno è chiamato bulbo secco e misura la temperatura dell'aria, mentre l'altro, avvolto in una garza di cotone imbevuta d'acqua distillata, è chiamato bulbo umido e misura la temperatura dell'acqua a contatto con l'aria (ovvero la temperatura di bulbo umido): l'evaporazione dell'acqua sottrae calore abbassandone la temperatura in misura inversamente proporzionale all'umidità dell'aria. La lettura dei due termometri permette di conoscere con tabelle o diagrammi l'umidità relativa e assoluta dell'aria.

 
Psicrometro a fionda

In alcuni modelli utilizzati in meteorologia la garza è sostituita da uno stoppino immerso nella parte inferiore in un contenitore pieno d'acqua che rimane umido "aspirando" l'acqua per capillarità. I modelli portatili sono muniti di una ventola garantendo così una misura precisa anche in tempi brevi. È possibile fare a meno della ventola utilizzando dei modelli detti "a fionda", che vengono fatti roteare manualmente intorno ad un perno.

Calcolo dell'umidità relativaModifica

Tipicamente lo psicrometro viene corredato di apposite tabelle da cui è facile ricavare il valore dell'umidità relativa, qualora siano note le temperature di bulbo secco e umido.

Se ad esempio il termometro asciutto segna 25 °C e il termometro bagnato segna 16 °C dalla tabella ricaviamo un'umidità relativa pari a 39%.

Si può procedere altrimenti per via grafica, ricorrendo all'uso di un diagramma psicrometrico:

Si traccino le isoterme relative alle temperature di bulbo secco e umido (rette quasi verticali). Individuato il punto di intersezione tra la curva di saturazione e la temperatura di bulbo umido, si disegni la retta isoentalpica (retta obliqua) passante per tale punto fino ad intersecare l'isoterma condotta a temperatura di bulbo secco. L'intersezione così trovata individua le proprietà termodinamiche dell'aria umida. Per conoscere l'umidità relativa basterà individuare la curva (quasi esponenziale) a umidità relativa costante più vicina. In orizzontale, invece, è possibile ricavare l'umidità specifica dell'aria umida.

 
Grafico del calcolo dell'umidità relativa

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4176286-1