Apri il menu principale

Publio Pinario Mamercino Rufo

politico romano
Publio Pinario Mamercino Rufo
Nome originalePublius Pinarius Mamercinus Rufus
GensPinaria
Consolato489 a.C.

Publio Pinario Mamercino Rufo, in latino Publius Pinarius Mamercinus Rufus (... – ...), è stato un politico romano del V secolo a.C.

BiografiaModifica

Publio Pinario apparteneva alla Gens Pinaria, una delle gens patrizie dell'antica Roma i cui membri conosciuti sono vissuti nel primo periodo della Repubblica romana. Fu nominato console nel 489 a.C. collega di Gaio Giulio Iullo[1]; fu il primo membro della sua gens a ricoprire tale incarico.

I due consoli furono indotti con l'inganno, a credere che i Volsci, progettassero di attaccare Roma, mentre vi erano inviati per attendere ai giochi. I Consoli convinsero i Senatori a cacciare dalla città tutti i Volsci, aumentando il risentimento di questi nei confronti di Roma[2].

E alla fine, nel corso del consolato, i Volsci, comandati da Attio Tullio e da Coriolano, dichiarano guerra a Roma[3], lasciando ai due consoli il compito di arruolare un esercito romano, che avrebbero lasciato al comando dei due consoli eletti per l'anno successivo[4].

L'anno successivo fu uno dei cinque ex-consoli inviati dal Senato al campo dei Volsci ad intercedere con Coriolano, quando questo stava avanzando contro Roma[5]

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica