Apri il menu principale
Pulcinella
Pulcinella Gianini Luzzati.jpg
Pulcinella sul palcoscenico del teatro
Lingua originaleitaliano, napoletano
Paese di produzioneItalia
Anno1973
Durata11 min
Rapporto1,33:1
Genereanimazione
RegiaGiulio Gianini ed Emanuele Luzzati
SoggettoEmanuele Luzzati
SceneggiaturaGiulio Gianini ed Emanuele Luzzati
ProduttoreEmanuele Luzzati
Casa di produzioneThalia Film
FotografiaGiulio Gianini
MontaggioGiulio Gianini
MusicheGioacchino Rossini
Art directorEmanuele Luzzati
Character designEmanuele Luzzati
AnimatoriGiulio Gianini
SfondiEmanuele Luzzati

Pulcinella è un film d'animazione del 1973, diretto da Giulio Gianini ed Emanuele Luzzati.

Indice

TramaModifica

Pulcinella è vessato dalla moglie, che lo considera un fannullone, ed è inseguito dai carabinieri per aver urinato sotto un monumento equestre. Si rifugia sul tetto della sua abitazione e si addormenta, sognando di essere un famoso ballerino che si esibisce in un grande teatro dell'opera; dal pubblico spuntano però dei carabinieri che si mettono ad inseguirlo. La mattina dopo si sveglia e può rientrare in casa, dove si rimette a letto.

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora è costituita dall'ouverture del Turco in Italia di Gioachino Rossini.

RiconoscimentiModifica

Il cortometraggio vinse il Nastro d'argento per la regia del miglior cortometraggio nel 1973[1] e fu candidato all'edizione 1974 del Premio Oscar nella categoria del migliore cortometraggio animato.[2]

DistribuzioneModifica

DVDModifica

Il film è disponibile dal 2009 in un DVD, distribuito dall'Editore Gallucci, intitolato Omaggio a Rossini, assieme agli altri cortometraggi L'Italiana in Algeri e La gazza ladra.

NoteModifica

  1. ^ Albo d'oro 1973 su nastridargento.it
  2. ^ (EN) Pulcinella: Awards su IMDb.com

Collegamenti esterniModifica