Quelli dell'accademia militare

film del 1986 diretto da Bert Convy
Quelli dell'accademia militare
Titolo originaleWeekend Warriors
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1986
Durata90 min
Generecomico
RegiaBert Convy
SceneggiaturaBruce Belland, Roy M. Rogosin
FotografiaCharles Minsky
MontaggioRaja Gosnell
MusichePerry Botkin Jr.
ScenografiaGreta Grigorian
Interpreti e personaggi

Quelli dell'accademia militare (Weekend Warriors) è un film comico del 1986 diretto da Bert Convy e conosciuto anche con i titoli internazionali Hollywood Air Force e Crazy Airforce.

TramaModifica

Hollywood. Nel 1961 un gruppo di ragazzi, per evitare il servizio militare effettivo, si arruola come volontario nella Guardia Nazionale dove è rischiesta la disponibilità solamente durante i weekend. Vista però la loro inefficienza e la loro indisciplina vengono presi di mira da un deputato che per punizione li vorrebbe spedire in una base sperduta oppure addirittura a combattere sul fronte. A questo punto, sentendosi minacciati, il gruppo di ragazzi si organizza (architettando diabolici scherzi) per evitare il peggio e mettere fuori gioco il "nemico".

PromozioneModifica

  • I manifesti e le locandine utilizzate per la promozione del film all'epoca della sua diffusione nelle sale cinematografiche italiane sono state curate dall'illustratore Enzo Sciotti.
  • "Erano pronti a tutto... meno che a combattere." è la tagline usata per promuovere il film.[1]

AccoglienzaModifica

CriticaModifica

In un articolo pubblicato sul quotidiano Stampa Sera (all'epoca dell'uscita del film nelle sale cinematografiche) il regista Bert Convy viene "invitato" a guardare più volte M*A*S*H di Robert Altman per capire cosa significhi fare satira sull'ambiente militare. Viene anche criticata la dozzinalità, la prevedibilità e il ricorso a battute poco originali.[2]

NoteModifica

  1. ^ Spettacoli - Quelli dell'accademia militare, in La Stampa, nº 20, 1987, p. 20.
  2. ^ Nonostante Hollywood e i suoi miliardi siamo in serie B - Quelli dell'accademia militare, in Stampa Sera, nº 25, 1987, p. 21.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema