Apri il menu principale

RADAR (gruppo musicale)

Gruppo musicale italiano
RADAR
RADAR in 1982.png
I RADAR nel 1982
Paese d'origineItalia Italia
GenerePop[1]
Synth pop[1]
New wave[1]
Periodo di attività musicale1980 – 1983
2015 – in attività
EtichettaWEA Italiana, Kutmusic
Album pubblicati2
Studio2
Live0
Raccolte0
Opere audiovisive0

I RADAR sono un gruppo musicale pop elettronico italiano, formatosi a Verona nel 1980.[2]

Indice

StoriaModifica

La formazione originale comprendeva Nicola Salerno, Alessandro Ceradini, Vittorio Zibordi, Gionata Lao, Catone Muchetti.

Il gruppo fu messo sotto contratto dalla WEA Italiana per tre album, ma il contratto fu sciolto dopo la pubblicazione dell'LP omonimo (RADAR del 1982) e di un singolo (Una splendida emicrania).[1] Nello stesso anno, i RADAR apparvero in trasmissioni televisive fra cui Domenica in, Discoring[3] e Un disco per l'estate 1982, partecipando nella categoria "Giovani" con Una splendida emicrania. Nel 1983 lo stesso brano apparve nella colonna sonora del film commedia Arrivano i miei di e con Nini Salerno. Successivamente, Nicola Salerno si dedica ad altri progetti.

Una nuova formazione dei RADAR, riunita da Salerno nel corso del 2015, lavora prima a un singolo (Plastic People, uscito nel 2016, basato su una poesia di Aldo Nove[4], con il quale il gruppo entra direttamente in contatto) e successivamente all'album re-pop (entrambi usciti su etichetta Kutmusic).

La nuova formazione include Gaetano Lonardi e Joyello Triolo, le musiche sono composte interamente da Nicola Salerno, come nel disco del 1982. Vengono realizzati due videoclip per i brani Plastic People e Grugy.[5]

FormazioneModifica

Formazione originaleModifica

  • Nicola Salerno
  • Alessandro Ceradini
  • Vittorio Zibordi
  • Gionata Lao
  • Catone Muchetti

Formazione 2016Modifica

  • Nicola Salerno
  • Gaetano Lonardi
  • Joyello Triolo

Discografia parzialeModifica

AlbumModifica

SingoliModifica

PartecipazioniModifica

  • 1982 - AA.VV. Artisti vari con il brano Maracas nella gola
  • 2006 - AA.VV. Killed By Dad # 1 - 1977-1982 La raccolta con il brano Zona Endoten

Citazioni e omaggiModifica

  • Lo scrittore Aldo Nove cita i RADAR all'interno del breve racconto Cose veloci dedicato al cantante Garbo e ad altre memorie televisive e musicali degli anni ottanta.[6]

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) RADAR, su Discogs, Zink Media. URL consultato il 1º dicembre 2016.
  2. ^ MeiWeb, in MeiWeb, 15 novembre 2016. URL consultato il 1º dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2016).
  3. ^ RADAR - RADAR a DISCORING, RAI - 6 Giugno 1982, su Facebook. URL consultato il 1º dicembre 2016.
  4. ^ RADAR, su Radioplay.fm. URL consultato il 1º dicembre 2016.
  5. ^ Fiati e percussioni i RADAR tornano a ritmo di «re-pop», in L'Arena, 17 novembre 2016. URL consultato il 1º dicembre 2016.
  6. ^ Aldo Nove HP, su sparajurij.com. URL consultato il 3 dicembre 2016.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica