Radice tuberiforme

Le radici tuberiformi (anche dette radici tuberizzate o radici succulente o rizotuberi o bulbotuberi) sono particolari radici laterali modificate e dalla forma ingrossata che fungono da organo di riserva in quanto raccolgono al loro interno acqua e altre sostanze utili al sostentamento della pianta. Svolgono dunque funzioni analoghe a quelle dei bulbi e dei tuberi (con i quali sono anche morfologicamente simili), ma a differenza di questi se separate dal fusto non possono dare vita ad una nuova pianta in quanto privi della possibilità di emettere polloni (capacità pollonifera).

Un esempio di radice tuberiforme (Dioscorea).
Preparato botanico di Ophrys tenthredinifera che evidenzia l'apparato radicale costituito da due rizotuberi.

EsempiModifica

Alcuni esempi di piante dotate di radici tuberiformi sono:

NoteModifica


BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica