Raif Badawi

attivista e blogger saudita

Raif Badawi (Khobar, 13 gennaio 1984) è un attivista e blogger saudita, fondatore del sito Free Saudi Liberals. Per la sua attività ha subito diverse condanne da parte delle autorità saudite.

Raif Badawi

BiografiaModifica

Per la sua attività di intellettuale e per le idee diffuse dal suo sito ha subito una prima condanna per apostasia nel 2008.

Il 30 luglio 2013 Badawi è stato condannato a sette anni di prigione e 700 frustate. Pena che è stata poi portata a 1.000 colpi e dieci anni di prigione nell'appello dell'anno successivo [1]. Il suo caso è stato adottato da diverse associazioni per la difesa dei diritti umani [2]. Nel gennaio 2015 è stata eseguita la prima parte della sentenza con 50 frustate [3].

La reazione internazionale ha portato il Parlamento europeo ad assegnargli il Premio Sakharov per la libertà di pensiero del 2015[1] [4].

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Il Premio Sakharov al blogger saudita Raif Badawi, in lastampa.it, 29 ottobre 2015. URL consultato il 9 giugno 2016 (archiviato il 31 ottobre 2015).
  2. ^ Arabia Saudita: Raif Badawi fustigato, in amnesty.it, 9 gennaio 2015. URL consultato il 9 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2016).
  3. ^ Arabia Saudita, le prime 50 frustate per l’attivista Raif Badawi, in ilfattoquotidiano.it, 12 gennaio 2015. URL consultato il 9 giugno 2016.
  4. ^ Premio Sakharov a Raif Badawi,il blogger saudita, in repubblica.it, 29 ottobre 2015. URL consultato il 9 giugno 2016 (archiviato il 9 giugno 2016).
  5. ^ Gariwo, Riccardo Noury per Raif Badawi per la Giornata europea dei Giusti 2017

BibliografiaModifica

  • 1000 frustate per la libertà, Raif Badawi, a cura di Costantin Schreiber, Chiarelettere editore, settembre 2015

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN315121208 · ISNI (EN0000 0004 4736 1436 · LCCN (ENno2015110670 · GND (DE1069399892 · BNF (FRcb169818688 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2015110670