Apri il menu principale

Il Premio Sakharov per la libertà di pensiero è un riconoscimento dedicato allo scienziato e dissidente sovietico Andrej Dmitrievič Sacharov, istituito dal Parlamento europeo nel 1988 allo scopo di premiare personalità od organizzazioni che abbiano dedicato la loro vita alla difesa dei diritti umani e delle libertà individuali.

Viene consegnato ogni anno in una data prossima al 10 dicembre, in ricordo del giorno della firma della Dichiarazione universale dei diritti umani.

Indice

AssegnatariModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Postumo
  2. ^ Consegnato nel 2013
  3. ^ Parlamento Europeo[collegamento interrotto] - la notizia riportata sul sito del Parlamento Europeo, 25/10/2007.
  4. ^ Premio Sakharov a Farinas, sul sito rainews24, 21/10/2010.
  5. ^ Sakharov Prize for Freedom of Thought 2011, Parlamento europeo. URL consultato il 27 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2011).
  6. ^ Award of the Sakharov Prize to Nasrin Sotoudeh and Jafar Panahi: extracts from the ceremony. URL consultato il 13 marzo 2019.
  7. ^ Sakharov Prize for Freedom of Thought 2012, su europarl.europa.eu. URL consultato il 5/11/2012.
  8. ^ (EN) Denis Mukwege: winner of Sakharov Prize 2014, su europarl.europa.eu, 21 ottobre 2014. URL consultato il 13 settembre 2017.
  9. ^ Il Premio Sakharov al blogger saudita Raif Badawi, su lastampa.it, 29 ottobre 2015. URL consultato il 31 ottobre 2015 (archiviato il 31 ottobre 2015).
  10. ^ Premio Sakharov a due yazide, simbolo della resistenza all’Isis, su LaStampa.it. URL consultato il 27 ottobre 2016.
  11. ^ Il Parlamento europeo sostiene i diritti umani, su www.europarl.europa.eu. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  12. ^ Il Premio Sacharov 2018 assegnato a Oleg Sentsov | Attualità | Parlamento europeo. URL consultato il 25 ottobre 2018.
  13. ^ Tajani, Premio Sakharov 2018 a regista ucraino Sentsov, in ANSA.it, 25 ottobre 2018. URL consultato il 25 ottobre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE7730470-6
  Portale Unione europea: accedi alle voci di Wikipedia che trattano l'Unione europea