Raimondo Annecchino

storico, scrittore e politico italiano

Raimondo Annecchino (Pozzuoli, 27 maggio 1874Napoli, 7 novembre 1954) è stato uno storico, scrittore e politico italiano. È considerato lo storico flegreo più importante del XX secolo.[1] Ha ricoperto l'incarico di sindaco di Pozzuoli e fu Presidente della Congrega delle Opere Pie riunite di Pozzuoli.

BiografiaModifica

Raimondo Annecchino nacque a Pozzuoli il 27 maggio 1874 dal barone Achille Annecchino, medico, e dalla nobildonna Giulia d'Anna. Fu avvocato e sindaco di Pozzuoli dal 6 maggio 1944 al 20 giugno 1952, e come politico riscosse numerosi consensi per onestà e rettitudine morale. Fu, inoltre, direttore e scrittore per diverse testate giornalistiche, tra le quali fondò e diresse il Bollettino Flegreo, ove pubblicò gran parte dei suoi saggi, mentre diresse il mensile letterario Mente e Cuore e i giornali locali Corriere Puteolano, Don Checco (1892) e Puteoli (1903).[2]

OpereModifica

La sua produzione è vasta e ricca di riferimenti documentali d'archivio e spazia dall'antichità fino agli eventi suoi contemporanei. Tra le sue numerose opere vanno citate:

  • Pozzuoli e dintorni. Note storiche, Evo Antico, Pozzuoli, 1893;
  • Mamozio nella storia e nella leggenda, Pozzuoli, 1894, scritto che ricevette l'elogio di Benedetto Croce, dedicato alla duchessa Teresa Filangieri Fieschi Ravaschieri;
  • Riflessi del ciclo troiano nella Campania, Tipogradia Unione, Napoli, 1938;
  • Storia di Pozzuoli e della zona flegrea, pubblicata postuma, a cura del Comune di Pozzuoli, 1960 (Arti Grafiche D. Conte - Pozzuoli), riedito nel 1996 da Adriano Gallina Editore, Napoli, ISBN 88-87350-58-2;[3]
  • Pozzuoli e Campi Flegrei negli articoli di Raimondo Annecchino, a cura di Raffaele Gamminelli, Adriano Gallina Editore, 2000, ISBN 88-87350-17-5;
  • La collezioncina flegrea. Il paesaggio dei Campi Flegrei in Select views in Italy di John "Warwick" Smith, a cura di Raffaele Gamminelli, Adriano Gallina Editore, 2004, ISBN 88-87350-84-1.

DedicheModifica

A Raimondo Annecchino è intitolata l'omonima Scuola media di Pozzuoli[4] e una via cittadina in località Arco Felice.

NoteModifica

  1. ^ Nota bibliografica di Raffaele Gamminelli, su librerianeapolis.it. URL consultato il 14 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2010).
  2. ^ Il giornalismo putelano. Archiviato il 10 aprile 2008 in Internet Archive.
  3. ^ Scheda dalla Libreria Neapolis, su librerianeapolis.it. URL consultato il 14 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2006).
  4. ^ Sito web della Scuola media "R. Annecchino". Archiviato il 17 settembre 2011 in Internet Archive.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN40164433 · ISNI (EN0000 0000 6120 4358 · LCCN (ENnr97043901 · BAV (EN495/111195 · WorldCat Identities (ENlccn-nr97043901