Apri il menu principale

DescrizioneModifica

La rallina zamperosse, con una lunghezza di 22–25 cm, è un Rallide di medie dimensioni. Testa, collo e petto sono di colore rosso-bruno, più chiaro sulla gola, e la regione dorsale è grigio-bruna. Le regioni inferiori e il sottoala sono ricoperti da una serie di strisce bianche e nere. L'iride, circondata da un anello orbitale rosso, è arancio o rossa, il becco è color corno-verdastro e le zampe e i piedi sono rossi.

Emette una serie di gracidii e grugniti decrescenti.

Distribuzione e habitatModifica

La rallina zamperosse si incontra lungo i corsi d'acqua e le zone umide delle pianure del Sud-est asiatico e dell'arcipelago malese; il suo areale comprende l'India nord-orientale (Distretto di Cachar), il Myanmar (a eccezione delle regioni nord-orientali), la Thailandia nord-occidentale e peninsulare, la Malaysia, il Vietnam meridionale (Cocincina), Sumatra (province di Utara, Riau, Bengkulu e Lampung, nonché isole Riau, Mentawai e Batu, e isole di Bangka, Belitung, Enggano e Nias), il Borneo, le Filippine (Luzon, Mindoro, Culion, Palawan, Balabac, Mindanao e Basilan) e Flores. Sverna (e probabilmente risiede) più a sud, a Giava, nelle Piccole Isole della Sonda (Lombok, Sumbawa, Alor e Kisar) e nelle Molucche (Halmahera, Ambon, Bacan e Buru). Abita le zone umide, su terreni sia aperti che ricoperti da foreste.

BiologiaModifica

Monogama e territoriale, almeno durante la stagione degli amori, è molto timida e riservata e talvolta, se minacciata, si rifugia sugli alberi. Ha abitudini notturne. La stagione degli amori varia a seconda delle località: nel Myanmar si riproduce in giugno e in agosto-settembre, in Thailandia in luglio-agosto, a Giava in gennaio-aprile e a Sumatra in gennaio. Ciascuna covata è composta da 3-6 uova di colore bianco, con piccole macchioline scure. Il comportamento migratorio della specie è difficile da stabilire, poiché alcune popolazioni (come quelle di Thailandia e Malesia) sono migratorie, e altre sedentarie.

NoteModifica

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Rallina fasciata, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Rallidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 12 maggio 2014.

BibliografiaModifica

  • Marchant, S.; Higgins, P.J.; & Davies, J.N. (eds). (1994). Handbook of Australian, New Zealand and Antarctic Birds. Volume 2: Raptors to Lapwings. Oxford University Press: Melbourne. ISBN 0-19-553069-1
  • Smythies, B.E.; & Davison, G.W.H. (1999). The Birds of Borneo. Natural History Publications (Borneo), in association with the Sabah Society: Kota Kinabalu. ISBN 983-812-028-6

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli