Ralph Beard

cestista statunitense
Ralph Beard
Ralph Beard.jpg
Ralph Beard nel 1948
Nazionalità Stati Uniti
Altezza 180 cm
Peso 79 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Guardia
Termine carriera 1951
Carriera
Giovanili
1943-1945Male High School
1945-1949Kentucky Wildcats
Squadre di club
1949-1951Ind. Olympians126 (2 006)
Nazionale
1948Stati Uniti Stati Uniti7
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Londra 1948
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ralph Milton Beard jr. (Hardinsburg, 2 dicembre 1927Louisville, 29 novembre 2007) è stato un cestista statunitense, professionista nella NBA.

Caratteristiche tecnicheModifica

Guardia di 180 cm per 79 kg, era un realizzatore e assistman dotato di gran velocità[1].

CarrieraModifica

Stella della NCAA e campione olimpicoModifica

A livello universitario fece parte dei famosi Fab Five di Kentucky, guidati da coach Adolph Rupp (insieme ad Alex Groza, Wah Wah Jones, Cliff Barker e Kenny Rollins), che si aggiudicarono due titoli nazionali, nel 1948 e nel 1949. Tra i due titoli universitari, Beard si aggiudicò anche la medaglia d'oro con la nazionale statunitense ai Giochi olimpici di Londra 1948.

La NBA a IndianapolisModifica

Venne scelto al secondo giro del draft BAA 1949 dai Chicago Stags, ma nelle vicende che seguirono la scomparsa degli Indianapolis Jets, Beard e altri giocatori di Kentucky vennero aggregati ad una nuova formazione di Indianapolis: gli Olympians.

Nella stagione 1949-50, con il compagno Cliff Barker come allenatore-giocatore, si mise subito in luce: venne inserito nel secondo quintetto della lega e la squadra vinse la Western Division, perdendo però nei play-off contro gli Anderson Packers.

Nella stagione seguente i risultati peggiorarono e Barker fu sostituito, come coach, da Wah Wah Jones per l'ultima parte del campionato. Beard fece comunque parte del primo quintetto della lega e fu convocato per l'All-Star Game (il primo tenuto dalla NBA).

Lo scandalo e la radiazione dalla NBAModifica

La sua carriera si interruppe bruscamente nell'autunno del 1951, quando insieme ad altri ex-compagni di squadra a Kentucky, venne accusato di avere intascato del denaro per pilotare lo scarto di alcune partite di college. Lo scandalo si ingigantì rapidamente, coinvolgendo altri giocatori e altri atenei. Quando, nel 1952, Beard ammise di aver ricevuto dei soldi, il commissioner Maurice Podoloff lo radiò dalla NBA.

A parte dei saltuari incarichi come scout dei Kentucky Colonels della ABA, non ritornò più nel mondo della pallacanestro.

Morì a pochi giorni dal suo 80º compleanno, nel 2007, a Louisville[2].

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica