Apri il menu principale

La reazione di Haber-Weiss è una reazione chimica che produce radicali idrossilici (·OH) a partire da perossido d'idrogeno (H2O2) e superossido (·O2-). Questa reazione può verificarsi all'interno delle cellule, rappresentando una potenziale fonte di stress ossidativo.[1] Deve il suo nome al chimico Fritz Haber e al suo studente Joseph Joshua Weiss che la descrissero per primi.[2]

La reazione complessiva, catalizzata da ioni ferro, è la seguente:

·O2- + H2O2 → ·OH + OH- + O2

Essa si suddivide in due differenti fasi, in cui nella prima si ha la riduzione degli ioni ferrici a ioni ferrosi

Fe3+ + ·O2- → Fe2+ + O2

mentre nella seconda fase, nota come reazione di Fenton, si ha la formazione della specie altamente reattiva ·OH:

Fe2+ + H2O2 → Fe3+ + OH- + ·OH

La reazione di Haber-Weiss può innescarsi durante il processo di infiammazione dopo il rilascio di ferro da parte della ferritina.[3]

Sotto il nome di "reazione di Haber-Weiss" rientra anche un secondo tipo di reazione, meno nota della precedente, in cui il perossido d'idrogeno reagisce con il radicale idrossile formando superossido:[4]

H2O2 + ·OH → H2O + ·O2- + H+

NoteModifica

  1. ^ Dziubla, Butterfield, p.12
  2. ^ F. Haber e J. Weiss, Über die Katalyse des Hydroperoxydes, in Naturwissenschaften, vol. 20, nº 51, 1932, pp. 948–950, DOI:10.1007/BF01504715.
  3. ^ Dziubla, Butterfield, p.66
  4. ^ (EN) Haber–Weiss reaction, su IUPAC Gold Book. URL consultato il 23 novembre 2016.

BibliografiaModifica

  • Thomas Dziubla e D. Allan Butterfield, Oxidative Stress and Biomaterials, Academic Press, 2016, ISBN 0128032707.

Altri progettiModifica

  Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia