Repubblica irlandese

stato rivoluzionario in Irlanda (1919-1922)
Repubblica irlandese
Repubblica irlandese – BandieraRepubblica irlandese - Stemma
(dettagli)
Map of Ireland in Europe.svg
Mappa dell'Irlanda in Europa
Dati amministrativi
Nome ufficiale(EN) Irish Republic
(GA) Poblacht na hÉireann o Saorstát Éireann
Lingue parlategaelico irlandese, inglese
CapitaleDublino
Politica
Forma di StatoRepubblica
Stato unilateralmente dichiarato
Nascita21 gennaio 1919
CausaDichiarazione d'indipendenza irlandese e inizio della guerra d'indipendenza irlandese.
Fine6 dicembre 1922
CausaCreazione ufficiale dello Stato Libero d'Irlanda: fine della Repubblica irlandese.
Territorio e popolazione
Territorio originaletutta l'Isola d'Irlanda
Economia
ValutaSterlina britannica
Territory claimed by the historical Irish Republic (1919–22).svg
Mappa dei territori rivendicati dalla Repubblica irlandese
Evoluzione storica
Preceduto daRegno Unito Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Succeduto daIrlanda Stato Libero d'Irlanda

La Repubblica irlandese (in irlandese: Poblacht na hÉireann o Saorstát Éireann; o in inglese: Irish Republic) era uno stato rivoluzionario creato quando i repubblicani d'Irlanda proclamarono l'indipendenza del paese dalla Gran Bretagna nel gennaio 1919.[1] È stato istituito con una legislatura (Dáil Éireann), un governo (Aireacht), un tribunale e una forza di polizia. Allo stesso tempo, la milizia dei volontari irlandesi, che passò sotto il controllo del Dáil, fu ribattezzata Esercito Repubblicano Irlandese (IRA), per combattere le forze armate britanniche durante la guerra d'indipendenza irlandese.[2]

La guerra d'indipendenza terminò con la firma del Trattato anglo-irlandese il 6 dicembre 1921, che fu approvato dal Dáil Éireann il 7 gennaio 1922. Fu quindi formato un governo provvisorio, sotto la prerogativa del trattato, ma nominalmente, la Repubblica irlandese durò fino al 6 dicembre 1922, quando l'Irlanda divenne un nuovo Stato del Dominio semi-indipendente chiamato Stato Libero d'Irlanda. Le sei contee settentrionali hanno esercitato il loro diritto, in base ai termini del trattato, di rimanere fuori dal nuovo paese e rimanere parte del Regno Unito,[3] portando alla spartizione del territori.

NoteModifica

  1. ^ (EN) William Henry Kautt, The Anglo-Irish War, 1916–1921: A People's War, Greenwood Publishing Group, 1999, p. 71, ISBN 978-0-275-96311-8. URL consultato il 2 gennaio 2021.
  2. ^ (EN) Liam de Paor. On the Easter Proclamation: And Other Declarations (1997) ISBN 1-85182-322-0
  3. ^ (EN) Hachey, Thomas E. et al. The Irish Experience: A Concise History, 1996, p172