Apri il menu principale
Resident Evil: Dead Aim
videogioco
Resident evil dead aim logo.jpg
PiattaformaPlayStation 2
Data di pubblicazione2003
GenereAvventura dinamica, Sparatutto in prima persona, Survival horror
OrigineGiappone
SviluppoCapcom
PubblicazioneCapcom
SerieResident Evil
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputGamepad o G-Con 2

Resident Evil: Dead Aim, chiamato Gun Survivor 4: Biohazard: Heroes Never Die (ガンサバイバー4 バイオハザード ヒーローズ・ネバー・ダイ?) in Giappone, è un videogioco per PlayStation 2 della serie Resident Evil, pubblicato nel 2003[1].

Indice

TramaModifica

Il terrorista Morpheus Duvall, dopo aver rubato dai laboratori francesi dell'Umbrella alcuni campioni del virus-T, ha dirottato un transatlantico e si sta dirigendo verso l'America. Due agenti segreti, Bruce McGirven e Fong Ling, vengono inviati a bordo per indagare. Lì dovranno cimentarsi con mostri d'ogni genere, in particolare zombie, e riuscire a bloccare l'avanzata di Morpheus, spesso ricorrendo alla logica.

Caratteristiche di giocoModifica

Resident Evil: Dead Aim è uno sparatutto sullo stile di The House of the Dead truccato da avventura[2]. I due protagonisti possono muoversi liberamente all'interno della nave, ma il loro vero compito è ripulirla da tutte le creature deformi create dal virus-T. Le ambientazioni sono realistiche e dettagliate, mentre si nota un notevole aumento del numero dei poligoni su schermo rispetto alla versione precedente.

AccoglienzaModifica

La rivista Play Generation lo classificò come il secondo gioco con il packshot più orripilante tra quelli usciti su PlayStation 2[3].

NoteModifica

  1. ^ La saga su PlayStation, in Play Generation (Edizioni Master), nº 77, marzo 2012, p. 21, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  2. ^ La storia di un virus, in Play Generation (Edizioni Master), nº 38, marzo 2009, p. 44, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  3. ^ Il packshot + orripilante, in Play Generation (Edizioni Master), nº 69, agosto 2011, p. 95, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).

Collegamenti esterniModifica