Apri il menu principale

Rete tranviaria di Dresda

rete tranviaria che serve la città tedesca di Dresda
Rete tranviaria di Dresda
Servizio di trasporto pubblico
Drážďany, Altstadt, tramvaj NGT6DD na mostě Augustusbrücke.jpg
Tiporete tranviaria urbana
StatiGermania Germania
CittàDresda
Linee impiegatevedi
 
GestoreDVB
 
Lunghezza131,4 km
Scartamento1 450 mm
Elettrificazione600 V cc
Streckennetzplan Straßenbahn Dresden 2012.svg
Trasporto pubblico

La rete tranviaria di Dresda è la rete tranviaria che serve la città tedesca di Dresda e alcuni comuni limitrofi.

Indice

StoriaModifica

Le origini della rete tranviaria di Dresda possono essere fatta risalire al 1872[1], quando la prima linea di tram a cavalli fu aperta tra il centro della città e l'ex villaggio di Blasewitz, divenuto oggi un quartiere di Dresda.

A partire dal 2008, la rete si compone di 12 linee[2], per un totale di 132,7 km e 154 fermate[3].

LineeModifica

La rete tranviaria di Dresda è un sistema misto che utilizza sia il tradizionale sistema stradale (soprattutto nel centro della città e nei quartieri vicini), sia la moderna metropolitana leggera. La rete utilizza un insolito scartamento da 1.450 mm (rispetto allo scartamento standard da 1.435 millimetri)[4].

La rete si compone di 12 linee:

  • 1 Prohlis - Leutewitz
  • 2 Kleinzschachwitz - Gorbitz
  • 3 Coschütz - Wilder Mann
  • 4 Laubegast - Radebeul West (- Coswig - Weinböhla)
  • 6 Niedersedlitz - Wölfnitz (- Gorbitz)
  • 7 Pennrich - Weixdorf
  • 8 Südvorstadt - Hellerau
  • 9 Prohlis - Kaditz
  • 10 Striesen - Messe Dresden
  • 11 Zschertnitz - Bühlau
  • 12 Striesen - Leutewitz
  • 13 Prohlis - Mickten (- Kaditz)

Materiale rotabileModifica

 
Convoglio DWA
 
Convoglio Bombardier a 8 assi

A partire dal 2008, la flotta di tram di Dresda è composta da 166 convogli moderni e 31 tram più vecchi[5]. La maggior parte dei tram che operano a Dresda si articolano in vetture a pianale ribassato di due differenti modelli di base, ognuno dei quali ha diverse varianti.

La prima generazione di vetture a pianale ribassato è stata costruita dalla Deutsche Waggonbau (DWA) di Bautzen tra il 1995 e il 2002 e i convogli hanno 6 oppure 8 assi[5]. La seconda generazione di vetture a pianale ribassato è stata costruita a partire dal 2003 dalla Bombardier Transportation sempre a Bautzen, e sono del modello Flexity Classic Design, di cui esistono vagoni a 8 e 12 assi. Le vetture articolate variano in lunghezza da 30 a 45 metri[5].

CarGoTramModifica

 
CarGoTram a Dresda

Il CarGoTram è un tram bidirezionale a 5 segmenti che, attraversando la città, trasportava merci per conto della Volkswagen, utilizzando la normale linea passeggeri. I due tram, lunghi fino a 59,4 metri, erano i veicoli più lunghi a cui fosse permesso di circolare per le strade urbane a Dresda. Il collegamento con il tram fu creato nel 2001 per ridurre il numero di camion e veicoli pesanti nella circolazione urbana e l'inquinamento[6]. La fabbrica delle cristallerie per autoveicoli si trova nella parte orientale della città, vicino al Großer Garten, mentre il deposito di distribuzione che carica le parti è dalla parte opposta, ad ovest.

Il trasporto avveniva ogni ora, con possibilità di cicli ogni 40 minuti, e aveva una capacità di carico di 214 m³ e 60 tonnellate, equivalenti a 3 camion. Il percorso principale partiva dal GVZ (Güterverkehrszentrum - centro di logistica delle merci) a Friedrichstadt, attraversava la Postplatz (Piazza delle Poste), la Grunaer Straße, la Straßburger Platz (Piazza di Strasburgo) ed infine giungeva nella fabbrica. In caso di congestione stradale o altro motivo, il tram poteva percorrere altre linee.

Nel marzo 2016, con la conclusione del ciclo produttivo della VW Phaeton, l'utilizzo del CarGoTram è stato interrotto, fino all'eventuale riattivazione della fabbrica prevista nel 2018 o 2019[7].

NoteModifica

  1. ^ (DE) Die Geschichte der DVB AG, DVB.
  2. ^ (DE) Zahlen & Daten [Numbers & Data], DVB. URL consultato il 14 settembre 2013.
  3. ^ (DE) Zahlen & Daten 2009 [Numbers & Data 2009] (PDF), DVB. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  4. ^ World Systems List of LRT, Tramways and Metros - F-J, Light Rail Transit Association. URL consultato il 24 marzo 2009.
  5. ^ a b c (DE) Zahlen & Daten - Straßenbahnflotte [Numbers & Data - Tram Fleet], DVB. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  6. ^ Paolo Delle Site, Francesco Filippi e Agostino Nuzzolo (a cura di), Linee guida dei piani di logistica urbana sostenibile, Maggioli Editore, 2013, pp. 67-68.
  7. ^ (DE) Wegen Phaeton-Aus: Verliert Dresden auch seine CarGoTram?, su mopo24.de, 16 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica