Rhipidistia

(Reindirizzamento da Ripidisti)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rhipidistia
Rhipidistia.jpg
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Ittiopsidi
Sottogruppi

I Rhipidistia rappresentano un sottordine fossile dei Crossopterygii, da cui si pensa si siano evoluti i primi Tetrapodi.

I motivi principali per cui si ritiene che questi organismi siano i predecessori dei Vertebrati terrestri sono vari:

  • la presenza dell'Archipterigio monoseriato (pinna pari particolarmente muscolosa) che presenta delle strutture omologhe con l'arto dei Vertebrati. In particolar modo si nota che l'elemento osseo che forma l'asse centrale della pinna, è omologo alla porzione più prossimale dei vertebrati, definita stilopodio. Altra omologia si riscontra tra i due elementi ossei (ulna e radio) che formano la porzione intermedia dell'arto dei vertebrati (definita zeugopodio), con gli elementi radiali dell'Archipterigio monoseriato
  • le sacche polmonari' dei Crossopterigi, che evolveranno in strutture più efficienti quali i polmoni
  • le coane, ovvero narici interne, che collegano la porzione posteriore della bocca con la faringe, facendo fluire l'aria fino ai polmoni
  • i denti labirintici, ovvero caratterizzati da uno smalto che non riveste la dentina in modo omogeneo, ma forma degli avvallamenti (invaginazioni). Questo tipo di denti li ritroviamo tra i primi Tetrapodi, definiti appunto Labirintodonti
  • la cinesi (mobilità) della scatola cranica, presente anche nei Tetrapodi
  • la presenza di vertebre spondile, con centro vertebrale

Collegamenti esterniModifica