Apri il menu principale

Riserva naturale integrale delle Tre Cime del Monte Bondone

area naturale protetta del Trentino-Alto Adige
Riserva naturale integrale delle Tre Cime del Monte Bondone
Tre cime bondone.jpg
Tipo di areaRiserva Naturale Integrale
Codice WDPA5965
Codice EUAPEUAP0405
Class. internaz.Categoria IUCN IV: area di conservazione di habitat/specie
StatiItalia Italia
RegioniTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
ProvinceTrento Trento
Superficie a terra223,14 ha
Provvedimenti istitutiviD.P.G.R. 128, 03.07.68
GestoreProvincia Autonoma di Trento
Mappa di localizzazione

Coordinate: 46°00′08.86″N 11°02′11.72″E / 46.00246°N 11.03659°E46.00246; 11.03659

La Riserva naturale integrale delle Tre Cime del Monte Bondone è un'area naturale protetta del Trentino-Alto Adige istituita nel 1968. Occupa una superficie di 223,14 ha tra i 1580 e 2179 metri sul livello del mare nella Provincia Autonoma di Trento.[1][2]

StoriaModifica

Il territorio dove attualmente si trova la riserva, nel XVI secolo apparteneva al Principe Vescovo di Trento che lo utilizzava come terreno per le battute di caccia. In seguito il territorio venne donato alle comunità diSopramonte, Sardagna, Garniga, Cavedine, Baselga di Bondone e Vigolo Baselga. Nel XIX secolo la zona iniziò ad essere utilizzata per la pastorizie, fino a poi diventare una base militare strategica con alcune costruzioni di caserma ancora oggi presenti. Nel 1968 con decreto del presidente della giunta regionale del Trentino-Alto Adige del 3 luglio 1968, n. 128 venne istituita l'odierna riserva naturale integrale.[1][2]

TerritorioModifica

 
Panorama del Dos d'Abramo

Il territorio della valle è di origine glaciale e raggiunge tre monti; questi sono, in ordine crescente di altezza: il Dos d'Abramo (2.140 m), il Cornetto (2.176 m) e la Cima Verde (2.102 m). Inoltre nella valle vi sono tre fiumi: il Rio Val Magna, che poi prende il nome di Roggia di Garniga, la Roggia di Sopramonte e la Roggia dei Molini; questi ultimi due assieme confluiscono nel Vela.[1][2]

ComuniModifica

 
Panorama della Riserva Naturale Integrale Tre Cime del Monte Bondone

Dal punto di vista amministrativo il monte Bondone ricade nei territori comunali di:

  • Trento (parte settentrionale);
  • Garniga, Cimone e Villa Lagarina (parte orientale);
  • Terlago, Padergnone, Calavino, Lasino, Cavedine (parte occidentale).

FaunaModifica

FloraModifica

Si trovano fustaie di abete rosso che lentamente si stanno mescolando con larici, abeti bianchi e con pini cembri.[2]


NoteModifica

  1. ^ a b c Riserva Naturale Integrale delle Tre Cime del Monte Bondone[collegamento interrotto], dalla sezione aree protette del sito web della Provincia Autonoma di Trento
  2. ^ a b c d e Riserva Naturale integrale Tre Cime del Monte Bondone dal sito Agraria.org

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica