Robert Briçonnet

arcivescovo cattolico francese
Robert Briçonnet
arcivescovo della Chiesa cattolica
Robert Briçonnet 29889 Guy Bretonneau.jpg
Archbishop CoA PioM.svg
«Fai ciò che tu vorrai aver fatto quando morirai»[1]
 
Incarichi ricopertiVescovo di Fréjus dal 1497 al 1498
Arcivescovo di Reims dal 1493 alla morte
 
Nato1450 circa
Deceduto1497
 

Robert Briçonnet (Tours, 1450 circa – Moulins, 3 giugno 1497) fu un prelato francese del XV secolo che divenne Arcivescovo di Reims e cancelliere di Francia.

Proveniva da una nobile famiglia originaria della Turenna che si estinse durante il regno di Carlo V di Francia.

Il padre, Jean Briçonnet, (†1493), detto "il padre dei poveri", era signore di Varennes, di Chanfreau, segretario del re, 1º sindaco della città di Tours, eletto l'8 ottobre 1462.[2] La madre, Jeanne Berthelot (†1510), era figlia di Jean Berthelot, maestro della chambre aux deniers del re, e di Perronnelle Thoreau.

Erano suoi fratelli Guillaume (†1477), Jean, Martin, Pierre e Guillaume Briçonnet, che diventò cardinale.

BiografiaModifica

Gli studi ed il canonicatoModifica

Robert compì i suoi studi all'Università di Orléans. All'età di circa 21 anni, nel 1471, divenne procuratore a Touraine e nel 1475 ottenne un canonicato, una prebenda e la prevostura della Basilica di San Martino di Tours, pur proseguendo gli studi.

Verso il 1477 si laureò in utroque jure[3] e nello stesso anno divenne canonico della chiesa di San Quintino[4] L'anno successivo divenne maestro di scuola della Basilica di San Martino di Tours[5] e successivamente canonico dell'Abbazia di Saint-Aignan ad Orléans.

Il 12 novembre del 1481 fu nominato consigliere al Parlamento di Parigi, chierico durante il regno di Luigi XI.

Vescovo ed arcivescovoModifica

Nel 1486 fu eletto Vescovo di Fréjus,[6] dietro raccomandazione di Carlo VIII,[7] carica che tenne per circa due anni.

Nel 1488 fu nominato abate dell'Abbazia di Saint-Vaast di Arras, ove il fece il suo giuramento di fedeltà il 4 luglio 1489.[8].

Il 17 aprile 1490 divenne presidente della Camera delle Inchieste del parlamento di Parigi, carica che mantenne fino al 2 dicembre 1493.

Il 14 novembre del 1493 il capitolo dei canonici della cattedrale di Notre-Dame di Reims lo nominò arcivescovo di Reims, il 77º, e Carlo VIII lo fece duca e pari di Francia.

Il 27 agosto 1494 fu nominato presidente della camera dei Conti. Egli accompagnò Carlo VIII nella sua campagna in Italia per la conquista del Regno di Napoli e il 30 aprile 1495[9], il re gli conferì il titolo di Garde des sceaux de France,[10] ed il 30 agosto dello stesso anno gli fu conferita la carica di cancelliere di Francia, con lettera consegnatagli a Torino[11].

DecessoModifica

Accompagnando il re, recatosi a Moulins nel Borbonese, per affari di stato, cadde ammalato di una forte febbre e morì il 3 giugno del 1497. La sua salma riposa nella Basilica-cattedrale di Nostra Signora dell'Annunciazione a Moulins.

NoteModifica

  1. ^ (FR) Fais ce que tu voudras avoir fait quand tu mourras Histoire de la ville, cité et université de Reims Par Guillaume Marlot, vol. 4, 1846. (p. 255)
  2. ^ (FR) Élection des députés aux états généraux réunis à Tours en 1468 et en 1484 Par Paul Viollet. Bibliothèque de l'école des chartes, 1866, vol. et n° 27, p. 44
  3. ^ (FR) Recherches sur le personnel du Conseil du roi sous Charles VIII et Louis XII Par Michael Harsgor. Atelier reproduction des thèses, Université de Lille III, 1980 - 2761 pages
  4. ^ Mémoires pour servir à l'histoire ecclésiastique, civile et militaire, de la province du Vermandois Par Louis-Paul Colliette, vol. 3, 1772, (188e, p.10)
  5. ^ (FR) Documents inédits pour servir à l'histoire des arts en Touraine 1870. Par Charles Loizeau de Grandmaison, Touraine. (p. 351)
  6. ^ (FR) Bulletin de la Société de l'histoire de France Annuaire historique, 1845, vol.10, (69, pp.118-120)
  7. ^ (FR) Histoire générale de Provence Par Jean-Pierre Papon, volume 1, 1777, (p.258)
  8. ^ (FR) Robert Briçonnet Histoire de la Maison Royale de France, et des grands officiers de la Couronne. Par Anselme de Sainte-Marie, Ange de Sainte-Rosalie
  9. ^ (FR) Mémoires pour servir à l'histoire ecclésiastique, civile et militaire, de la province du Vermandois Par Louis-Paul Colliette, vol. 3, 1772. (p.87)
  10. ^ (FR) Histoire de la ville, cité et université de Reims Par Guillaume Marlot, vol. 4, 1846. (p.254)
  11. ^ (FR) Le grand dictionnaire historique ou mélange curieux de l'histoire sacrée et profane. 1683. Volume 1. Par Louis Moreri, p. 684

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN317201045 · WorldCat Identities (EN317201045