Roberto III d'Alvernia

Roberto III
Conte d'Alvernia
In carica 1136 - 1145
Predecessore Guglielmo VI
Successore Guglielmo VII
Nascita seconda metà dell'XI secolo
Morte 1045
Padre Guglielmo VI
Madre Emma di Altavilla
Figli Guglielmo

Roberto d'Alvernia (seconda metà dell'XI secolo1145), fu Conte d'Alvernia, dal 1136 sino alla sua morte.

OrigineModifica

Figlio primogenito del Conte d'Alvernia e conte di Velay, Guglielmo VI e di Emma di Altavilla[1] (10631119)[2], la figlia del primo conte di Sicilia Ruggero il Normanno e della prima moglie Giuditta d'Evreux[3], ma, secondo lo storico, chierico, canonista e bibliotecario francese, Étienne Baluze, Emma di Altavilla (o di Sicilia) aveva sposato il conte di Chiaramonte e non il conte d'Alvernia, Guglielmo VI[4]; infine, secondo le Europäische Stammtafeln[5], vol III, 732 (non consultate), la moglie di Guglielmo era Emma, figlia di Guglielmo d'Evreux, la zia materna di Emma di Altavilla, anche se la cosa è cronologicamente quasi impossibile[3].
Guglielmo VI era il figlio secondogenito, ma, secondo il Baluze, unico maschio del Conte d'Alvernia e conte di Gévaudan, Roberto II e di Giuditta di Melgueil[6] (?- dopo il 30 aprile 1096), la figlia di Raimondo [I] Conte de Melgueil e di Beatrice di Poitiers[3], ma che, secondo il Baluze era la sorella di Raimondo [I] Conte de Melgueil e quindi era la figlio di Pierre, Conte de Melgueil e di Adelmodia[7].

BiografiaModifica

Di Roberto si hanno scarse informazioni. Il Baluze lo cita nel Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome 2 per una donazione, di cui non si conosce la data, della nonna, Giuditta di Melgueil, dopo la morte del marito Roberto II (1096), in quanto è associata nella donazione al figlio, Guglielmo VI coi nipoti, Roberto (III), Guglielmo (VIII) e la figlia Giuditta[8].

Alla morte del padre, Guglielmo VI, secondo il Baluze, Roberto, il primogenito, nel 1036, gli succedette a nel titolo di Conte d'Alvernia, Roberto III[9].

Roberto viene citato un'altra volta dal Baluze nel Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome 2 ancora per una donazione, di cui non si conosce la data esatta, da lui fatta, congiuntamente al fratello, Guglielmo (VIII) ed al figlio, anche lui di nome Guglielmo (VII), al monastero di Sauxillanges, in suffragio delle anime dei genitori, il padre, Guglielmo VI e la madre (Emma)[10].

Roberto III morì nel 1145, come ci conferma il Beluze nel Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, tome 1 dove ci ricorda che il suo successore, il figlio, Guglielmo, in quell'anno, risultava conte d'Alvernia[11].

Matrimonio e discendenzaModifica

Roberto aveva sposato una donna di cui non si conosce il nome[12], ed il Baluze contesta coloro che sostengono che la moglie fosse Beatrice, la figlia del conte d'Albon, Ghigo III[9]. Roberto dalla moglie ebbe un solo figlio[12]:

NoteModifica

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Letteratura storiograficaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica