Apri il menu principale
Roma non si discute si ama/Derby
ArtistaAntonello Venditti
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1975
Dischi1
Tracce2
GenereMusica d'autore
EtichettaRCA Italiana TPBO 1087 lato B eseguito dalla Pyrol's Band
Formati45 giri

Roma (non si discute si ama)/Derby è un singolo di Antonello Venditti, pubblicato per la prima volta nel 1975. Successivamente la canzone sul lato A (nota anche come Roma Roma o Roma Roma Roma) è stata inserita negli album dal vivo Circo Massimo (1983) e Circo Massimo 2001 (2001) e nelle raccolte Diamanti (2006) e TuttoVenditti (2012)[1]. Autori della canzone, oltre a Venditti, risultano Giampiero Scalamogna (Gepy & Gepy), Sergio Bardotti e Franco Latini. Secondo quanto raccontò successivamente Gepy, la canzone nacque nel 1974, come sfida, dopo un incontro presso gli studi della RCA italiana con Giorgio Chinaglia e gli Oliver Onions:

«così è nata la sfida e, insieme, l’idea della canzone. Un giorno che venivo da via dei Prati Fiscali in direzione di Montesacro, da dove passavo per (...) arrivare a via Sant’Alessandro alla RCA ho pensato la canzone. Quando sono arrivato, sono andato nella saletta dove c’era il pianoforte e l’ho provata. Ho materializzato, insomma, l’idea che mi ero fatto nella testa. Dopodiché sono andato giù da Antonello Venditti e gli ho raccontato che avevo scritto una cosa, in risposta ai fratelli De Angelis, e che mi ero anche impegnato a portare lì la Roma a fare da coro. Insomma, come ho fatto sentire il motivo ad Antonello, accennando “Roma, Roma, Roma”, lui se n’è subito uscito con “Core de 'sta città”. Gli ho detto: «Se fai tutto il pezzo così, stamo a cavallo». E invece, dopo due mesi che non arrivava, ci siamo messi lì, io e Sergio Bardotti, e il testo alla fine è uscito fuori[2]»

(Massimo Izzi, Addio Gepy... C’hai fatto innamora’, "Il Romanista", 4 luglio 2010)

Il brano appena inciso fu presentato alla squadra, alla presenza del presidente Gaetano Anzalone e dell'allenatore Nils Liedholm, e fu suonato per la prima volta nel derby Roma-Lazio del 1º dicembre 1974. Nella successiva partita in casa, Roma-Fiorentina del 15 dicembre 1974, la canzone fu diffusa dagli altoparlanti dello Stadio Olimpico dopo la rete di Domenico Penzo, fatto che comportò una multa alla società[3].

La canzone divenne l'inno ufficiale della Roma, diffuso prima dell'inizio di ogni partita casalinga, tranne la parentesi 1978-1983, quando venne sostituito dal brano "Forza Roma Forza Lupi" di Lando Fiorini, “sembra per volontà del presidente Dino Viola che non gradiva avere un inno composto da un cantautore all'epoca politicamente esposto come Venditti”[4].

Nel 2013, a seguito di un'intervista radiofonica nella quale Venditti dichiarò che lo spirito della sua canzone non si identificava più con l'attuale impostazione della società, si diffuse sulla stampa italiana la notizia, poi smentita dallo stesso Venditti, che l'autore volesse “Togliere l'inno” alla squadra[5].

Sul lato B del singolo era presente "Derby" che conteneva “cori, suoni e rumori” registrati durante una partita, intervallati da una musica firmata da Sergepy ed eseguita dalla Pyrol's Band.

TracceModifica

  1. Roma (non si discute, si ama)
  2. Derby

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica