Ronnie Cutrone

artista statunitense

Ronnie Cutrone (New York, 10 luglio 1948Lake Peekskill, 20 luglio 2013) è stato un artista statunitense della pop art, noto per aver realizzato dipinti utilizzando come soggetto molti dei più noti personaggi dei cartoni animati statunitensi come Felix, La Pantera Rosa e Woody Woodpecker.

BiografiaModifica

È stato uno dei più vicini assistenti di Andy Warhol, dal 1972 al 1980, gli anni più produttivi e prestigiosi dell'artista newyorkese. In questo periodo Cutrone lavorò fianco a fianco con il maestro del pop, su dipinti, stampe, film, e concetti, colpendo i critici con uno stile che venne chiamato "Post-pop".

Nel 1980, separatosi da Warhol, Cutrone poté concentrarsi sul proprio stile. Egli ottenne grande successo internazionale con la sua prima mostra post-Warhol.

 
Ronnie Cutrone, You run to sea the sea will be boiling - You run to the rocks the rocks will be melting, 1983, collezione "Terrae Motus", Reggia di Caserta

Fece rivivere le strip di fumetti trasformandole in pitture. Utilizzando personaggi molto noti dei fumetti statunitensi come Woody Woodpecker e Felix, Cutrone li trasformò in qualcosa di originale e personale, un esempio di pittura di alta classe con richiami alla Pop art dei primi anni sessanta. Il suo uso utilizzo di colori brillanti e fluorescenti, incoraggiò Warhol a tornare a tali colori dall'artificiosità elevata.

Le opere di Cutrone sono esposte nei più celebri musei di arte moderna come il Whitney Museum e il Museum of Modern Art di New York, il Museum of Contemporary Art di Los Angeles ed altre importanti gallerie e musei in tutto il mondo, tra cui la collezione d'arte contemporanea "Terreae Motus" alla Reggia di Caserta.[1][2] Ha partecipato alla mostra collettiva "alla luce del tempo" che si è tenuta a Benevento in Palazzo Paolo V dal 25 marzo al 2 luglio 2006 con le "Cell Girl" (serie di opere in acrilico e bandiere su tela 50x50 cm).

CuriositàModifica

Nel 2000 è stato premiato con la cittadinanza onoraria a San Martino Valle Caudina (AV), dove aveva allestito una mostra presso la locale Galleria Civica d'Arte Contemporanea.

NoteModifica