Picchiarello

(Reindirizzamento da Woody Woodpecker)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la serie animata, vedi Picchiarello (serie animata).
Picchiarello
WoodyWoodpecker-PantryPanic1.png
Nome orig. Woody Woodpecker
Lingua orig. Inglese
Autori
1ª app. 1940
1ª app. in Knock Knock
Voci orig.
Voci italiane
Specie Picchio delle ghiande
Sesso Maschio

Picchiarello (Woody Woodpecker) è un personaggio immaginario dei cartoni animati e dei fumetti ideato da Walter Lantz nel 1941[1]; è un picchio antropomorfo, basato sul modello del picchio delle ghiande (pur essendo simile anche al picchio pileato)[2], comparso per la prima volta in cortometraggi prodotti dal Lantz stesso e distribuiti dalla Universal Pictures. Appare in molti cameo in film come Chi ha incastrato Roger Rabbit, Uomini sulla Luna e We're Back! - 4 dinosauri a New York, in cui è inserito un cortometraggio nel quale il personaggio descrive i problemi fisici e tecnici del volo spaziale. Ha una propria stella nella Hollywood Walk of Fame.

Walter Lantz nel 1990 con dei disegni del suo personaggio più famoso.

Indice

StoriaModifica

Secondo l'agente di Lantz, l'idea del personaggio è saltata fuori durante la luna di miele del disegnatore con la moglie Gracie. Durante la notte infatti un rumoroso picchio disturbò i due, cospargendo di buchi la loro casa. È in quel momento che a Lantz venne l'idea di creare un cartone animato su quell'uccello, a cui aggiungerà la sua tipica risata. Si tratterebbe comunque di una leggenda, dal momento che Walter e Grace non erano ancora sposati all'epoca, e che la risata del picchio era uno dei cavalli di battaglia del doppiatore Mel Blanc.[senza fonte][Quindi?]

Il personaggio debutta nel 1940 in un corto con protagonista Andy Panda, intitolato Knock Knock, ma dall'anno successivo Walter Lantz lo farà protagonista assoluto di una serie di corti. La creazione del picchio è dovuta allo sceneggiatore Ben Hardaway per la caratterizzazione e all'animatore Alex Lovy per il design, mentre gli presta la voce (e la risata) il celebre doppiatore Mel Blanc. A conferirgli l'aspetto definitivo con cui è conosciuto sarà però il grande animatore Fred Moore nel 1947.

Dopo una lunga evoluzione del personaggio dal 1940, Picchiarello è conosciuto in tutto il mondo. Col passare degli anni, mentre le sue apparizioni si facevano sempre più numerose, molti personaggi si sono affiancati a lui nelle sue avventure (il burbero tricheco Wally Walrus, il lupo Wolfie Wolf, l'astuto avvoltoio Buzz Buzzard, la fidanzata Winnie Woodpecker, i nipotini Knothead e Splinter, l'infido Dapper Denver Dooley, l'alligatore Gabby Gator e l'irascibile Signorina Meany ). Nel 1999 è uscita una nuova serie sul personaggio, The New Woody Woodpecker Show (in Italia chiamata semplicemente Picchiarello).

Serie animataModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Picchiarello (serie animata).

La serie animata originale di Picchiarello, intitolata Woody Woodpecker, è prodotta per il cinema da Walter Lantz Productions tra il 1941 e il 1972 e si compone di 194 episodi di 6 minuti ciascuno. La serie ottenne nel 1944 una nomination al premio Oscar come miglior corto d'animazione per l'episodio Picchiarello acrobata (The Dizzy Acrobat) e nel 1949 una nomination all'Oscar alla migliore canzone per The Woody Woodpecker Song, la storica sigla della serie, scritta da George Tibbles e Ramey Idriess.

FilmModifica

Nell'ottobre 2017 uscirà in Brasile e prossimamente in Italia Picchiarello il film un film omonimo a tecnica mista, che mischia il live action e grafica computerizzata.[3]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica