Apri il menu principale

STS-51

missione spaziale statunitense del programma Space Shuttle
STS-51
Emblema missione
STS-51 patch.svg
Dati della missione
OperatoreNASA
NSSDC ID1993-058A
SCN22795
ShuttleDiscovery
Lancio12 settembre 1993, 7:45 a.m. EDT
Luogo lanciocomplesso di lancio 39 (Rampa 39B)
Atterraggio22 settembre 1993, 3:56 am EDT
Sito atterraggioJohn F. Kennedy Space Center, Shuttle Landing Facility (pista 15)
Durata9 giorni, 20 ore, 11 minuti e 11 secondi
Proprietà veicolo spaziale
Peso al rientro92 371 kg
Peso del carico18 947 kg
Parametri orbitali
Orbitaorbita terrestre bassa
Numero orbite157
Apogeo308 km
Perigeo300 km
Periodo90.6 min
Inclinazione28,45°
Equipaggio
Numero5
MembriFrank Culbertson
William Readdy
James H. Newman
Daniel Bursch
Carl Walz
STS-51-crew.jpg
Equipaggio della missione.
Programma Space Shuttle
Missione precedenteMissione successiva
STS-57 STS-58

La STS-51 è una missione spaziale del Programma Space Shuttle.

Indice

EquipaggioModifica

Tra parentesi il numero di voli spaziali completati da ogni membro dell'equipaggio, inclusa questa missione.

Parametri della missioneModifica

Passeggiate spazialiModifica

Eventi di rilievoModifica

Durante questa missione è stato messo in orbita il Satellite per le Comunicazioni a Tecnologia Avanzata (ACTS). Questo satellite servirà da prova su strada di concetti e tecnologia sperimentali avanzate per la comunicazione satellitare. Il suo ultimo stadio (Transfer Orbit Stage, TOS) si attivò con puntualità 45 minuti dopo la messa in orbita e portò il satellite ad un'altezza geosincrona durante il primo giorno di missione.

Il primo tentativo di mettere in orbita l'ACTS fu ritardato dall'equipaggio quando vennero perse le comunicazioni bilaterali con il Controllo Missione, circa 30 minuti prima del momento del posizionamento. I controllori di volo riuscivano a ricevere la telemetria e le comunicazioni voce dal Discovery, ma l'equipaggio non riusciva a ricevere le comunicazioni da terra. L'equipaggio depennò il posizionamento delle 14:43 quando non ricevette il "via" dal Controllo Missione come pianificato dai progetti pre-volo, preparati appositamente per questa eventualità.

Dopo l'esclusione della messa in orbita, l'equipaggio portò il sistema di comunicazione S-Band su una frequenza più bassa e riaprì le comunicazioni bilaterali con il suolo. Le comunicazioni bilaterali erano andate perse per un totale di circa 45 minuti. Dopo essersi consultati con l'equipaggio, i controllori di volo iniziarono immediatamente a preparare il secondo posizionamento, questa volta con successo.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica