Apri il menu principale

Salvatore Ferro Berardi

vescovo cattolico italiano
Salvatore Ferro Berardi
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Catania (1818-1819)
 
Nato9 aprile 1767 a Trapani
Ordinato diacono25 marzo 1790
Ordinato presbitero23 aprile 1791
Nominato vescovo16 marzo 1818 da papa Pio VII
Consacrato vescovo23 marzo 1818 dal cardinale Bartolomeo Pacca
Deceduto15 dicembre 1819 (52 anni)
 

Salvatore Ferro Berardi (Trapani, 9 aprile 176715 dicembre 1819) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nacque a Trapani, allora nella diocesi di Mazara, il 9 aprile 1767.

Ordinato diacono il 25 marzo 1790,[1] ricevette l'ordinazione presbiteriale il 23 aprile dell'anno seguente.

Vicario foraneo dal 1804, nel 1806, nominato cantore del capitolo della cattedrale, si trasferì a Mazara divenendo vicario capitolare nel 1812.[1]

Indicato come vescovo di Catania dal re Ferdinando I il 17 novembre 1817, fu nominato da papa Pio VII il 16 marzo 1818. Ricevette l'ordinazione episcopale a Roma il 23 marzo successivo dal cardinale Bartolomeo Pacca, prefetto della Congregazione dell'immunità ecclesiastica, co-consacranti l'arcivescovo Fabrizio Sceberras Testaferrata, segretario della Congregazione dei vescovi e regolari, e Giovanni Francesco Guerrieri, arcivescovo titolare di Atene. Prese possesso della diocesi il 19 aprile seguente.[2]

Morì poco più di un anno dopo, il 15 dicembre 1819 a soli 52 anni.

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Adolfo Longhitano (a cura di), Le relazioni "ad limina" della Diocesi di Catania (1595-1890), vol. 2, Catania, Studio teologico S. Paolo, p. 717. URL consultato il 22 novembre 2018.
  2. ^ Alfio Signorelli, Catania borghese nell'età del Risorgimento, Milano, Franco Angeli, 2015, p. 211, ISBN 978-88-917-2681-0. URL consultato il 22 novembre 2018.

Collegamenti esterniModifica