Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sarcoscypha coccinea
Sarcoscypha coccinea 74716.jpg
Sarcoscypha coccinea
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Ascomycota
Classe Pezizomycetes
Ordine Pezizales
Famiglia Sarcosomataceae
Genere Sarcoscypha
Specie S. coccinea
Nomenclatura binomiale
Sarcoscypha coccinea
(Scop.) Lambotte, 1889
Caratteristiche morfologiche
Sarcoscypha coccinea
Cappello no disegno.png
Cappello no
Smooth icon.png
Imenio liscio
ND icona.png
Velo ND
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Saprotrophic ecology icon.png
Saprofita
[[File:|35px]]
Commestibile con riserva

Sarcoscypha coccinea, chiamata in alcuni paesi nordici tazza scarlatta degli elfi è un funghetto della famiglia delle Sarcoscyphaceae. Diffusamente distribuito nell'emisfero nord, è stato trovato in Africa, Asia, Europa, America del sud e del nord, ed Australia. Specie tipica del genere Sarcoscypha, è stata denominata in vari modi fin dalla sua prima ratifica nella letteratura scientifica del 1772.

Indice

Sinonimi e binomi obsoletiModifica

  • Aleuria insolita (Cooke) Boud., (1907)
  • Calycina cyathoides (L.) Kuntze, (1898)
  • Geopyxis bloxamii Massee, (1894)
  • Geopyxis coccinea (Scop.) Massee, (1895)
  • Geopyxis coccinea var. lactea Massee, (1911)
  • Geopyxis insolita (Cooke) Sacc., (1892)
  • Helvella coccinea Scop., (1772)
  • Helvella coccinea Schaeff. (1774)
  • Lachnea coccinea (Jacq.) Gillet, (1880)
  • Macroscyphus coccineus (Jacq.) Gray,(1821)
  • Molliardiomyces eucoccineus F.A. Harr., (1990)
  • Octospora cyathoides (L.) Timm, (1788)
  • Peziza coccinea (Scop.) Pers., (1800)
  • Peziza coccinea Bolton, (1790)
  • Peziza coccinea Jacq. (1774)
  • Peziza cyathoides L., (1755)
  • Peziza cyathoides L., (1755)
  • Peziza epidendra Bull., (1790)
  • Peziza insolita Cooke, (1878)
  • Plectania coccinea (Jacq.) Fuckel, (1870)
  • Plectania coccinea (Scop.) Fuckel ex Seaver (1928)
  • Sarcoscypha coccinea (Scop.) Sacc. ex Durand (1900)
  • Sarcoscypha coccinea (Jacq.) Sacc., (1889)
  • Sarcoscypha coccinea f. lactea (Massee) Chevtzoff, (2000)
  • Sarcoscypha coccinea var. albida Massee, (1895)

CommestibilitàModifica

  VELENOSO E ANCHE MORTALE DA CRUDO!

Dopo prolungata bollitura diventa invece un ottimo commestibile che si può consumare in tutti i modi ma non deve essere ingerito in abbondanza e in pasti ravviginati per accumulo di acido elvellico.[senza fonte]

BibliografiaModifica

  • Buller AHR., Researches on Fungi, vol. 6, New York, NY, Hafner Publishing Co, 1958.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia