Scambonide

demo dell'antica Attica
Scambonide
Informazioni generali
Nome ufficiale (GRC) Σκαμβωνίδαι
Dipendente da Antica Atene, tribù Leontide, trittia dell'asty
Amministrazione
Forma amministrativa demo
Rappresentanti 3 buleuti
Cartografia
Map of Athens 200 AD, William Shepherd.jpg
Scambonide è nella parte alta dell'area delimitata dalle mura evidenziate in rosso

Scambonide (in greco antico: Σκαμβωνίδαι, Skambonídai) era il nome di un demo dell'Attica, situato nella città di Atene. Era collocato dentro le mura di Temistocle, a nord-ovest del centro abitato, a nord dell'Acropoli.

EtimologiaModifica

In passato si riteneva che questo demo fosse strettamente legato con quello di Melite a causa del suo nome: secondo la tradizione, infatti, Mirmece, il padre della Melite che avrebbe dato il nome all'altro demo, costruì una strada chiamata Scambonide.[1] Oggi, invece, si crede che il nome del demo derivi dalle sue strade che, per la natura collinare del luogo, erano piene di curve (in greco antico: σκαμβός, skambós, "storto").

DescrizioneModifica

Il calendario sacro di Scambonide, risalente al 460 a.C., è il più antico nel suo genere e rappresenta inoltre il primo decreto di un demo rinvenuto. Regola alcune questioni religiose, tra cui la distribuzione di carni sacrificali e la partecipazione del demo in alcune feste nella città. Ordina anche la distribuzione delle carni dei sacrifici a Leos ai cittadini ed ai meteci. È attestata inoltre la presenza di una piazza nel demo.

Il demo possedeva un santuario di Leos ed un altare di Zeus Fratrio ed Atena Fratria.

NoteModifica

BibliografiaModifica

Fonti secondarie

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia