Schiscetta

La parola schiscetta è un termine dialettale riferito originariamente al contenitore per il trasporto e il consumo di vivande (detto anche la gavetta o "marmitta" o "portavivande"[1]), usato tipicamente da operai e studenti. Il termine è tuttora utilizzato nel linguaggio comune principalmente in Lombardia e in parte del nord Italia (per esempio in Piemonte il portavivande è invece conosciuto come barachin[2]) per descrivere l'azione di portare il cibo sul luogo di studio o di lavoro, e.g.: "Portare la schiscetta" può significare portare un frutto, un panino, uno yogurt, cibo da riscaldare etc..

Schiscetta in alluminio
Disegno tecnico allegato al brevetto del modello " La 2000"

OriginiModifica

Schiscetta deriva da "schiacciare" (schiscià in milanese)[3] perché il cibo veniva schiacciato nel contenitore.

La schiscetta è stata prodotta in moltissime versioni: la più nota e la prima ad essere studiata specificatamente per operai e studenti, caratterizzata dalla chiusura ermetica, è "la 2000"[4], progettata da Renato Caimi e prodotta industrialmente a partire dal 1952[5] in società con il fratello Mario dalla Pentolux di Nova Milanese.

A Milano e in Lombardia è considerata un'icona del boom economico[6] a tal punto che il modello "La 2000" è esposta permanentemente al museo del design della Triennale presso la Villa Reale di Monza, è stata celebrata da Assolombarda nel gennaio del 2018[7] e il brevetto originale è stato esposto a Roma presso l'Ara Pacis[8].

RicetteModifica

Sono stati scritti libri di ricette e molti chef si sono ispirati alla schiscetta per creare ricette concepite per resistere alcune ore in un contenitore, essere trasportate, eventualmente riscaldate e solitamente consumate nel contenitore stesso[9][10][11].

NoteModifica

  1. ^ Lettera 43, su lettera43.it.
  2. ^ Dal barachin al lunchbox, su unisg.it.
  3. ^ Milano, la prima schiscetta in mostra: ecco il modello del 1952, in la Repubblica, 11 gennaio 2018.
  4. ^ Design in cucina, Giunti.
  5. ^ Ecostampa - repubblica, su new.ecostampa.it.
  6. ^ Ecostampa - Il Giorno, su new.ecostampa.it.
  7. ^ Schiscetta in Assolombarda, su ilgiorno.it.
  8. ^ Brevetti e creatività Italiani, Fondazione Valore Italia.
  9. ^ Schiscetta perfetta, De Agostini.
  10. ^ Le ricette per una schiscetta con i fiocchi, Rizzoli.
  11. ^ Dietetica e pure stellata La "schiscetta" ora è chic, su ilgiornale.it.

BibliografiaModifica

  • Alessandro Vannicelli, Schiscetta perfetta, De Agostini, 2014, ISBN 9788851118563.
  • Valentina Auricchio, Design in cucina, Oggetti, riti, luoghi, Giunti, 2012, ISBN 978-88-09-77758-3.
  • Fondazione Valore Italia, Ministero dello Sviluppo Economico, Direzione per la lotta alla contraffazione - UBIM, Disegno e design, brevetti e creatività Italiani, Roma, Fondazione Valore Italia, 2009, p. 60-6398-101,122-123,162-16
  • Aldo Colonetti e Duccio Biasi, Caimi brevetti: L'innovazione senza fine, Editrice Compositori, 2007, ISBN 978-88-7794-542-6.
  • Antonella Clerici, Le ricette per una schiscetta con i fiocchi, Rizzoli ,ISBN E-book: 9788858676110

Voci correlateModifica