Screaming Floor

Screaming Floor
Paese d'origineItalia Italia
GenereNew wave
Neopsichedelia
Periodo di attività musicale1984 – 1989
EtichettaToast Records, Snowdonia Dischi, Koala Recording
Album pubblicati2
Studio2
Raccolte2

Gli Screaming Floor sono stati un gruppo new wave e neopsichedelico Italiano della seconda metà degli anni '80[1].

Storia del gruppoModifica

Gli Screaming Floor iniziarono la loro carriera musicale nel 1984 dall'incontro di Fabio Balducci (chitarra), Stefano Vecchiotti (Basso), Mirco Uguccioni (ex batterista dei Cani) e Stefano Pongetti (tastiere e voce). Il gruppo proveniente da Senigallia proponeva un suono a metà fra new wave e neopsichedelia. Di li a breve gli Screaming Floor presero contatto con la Toast Records di Giulio Tedeschi, che nel 1986 produsse il loro primo album intitolato Village And Woodlands[1][2]. Sempre nel 1986 i loro brani Von Munchausen's Trip e Man Who Swallowed Himself vennero inseriti nella compilation Out Of The Tunnel, But Still... Banned From The Empire pubblicata dalla Snowdonia Dischi.

È del 1988 il loro secondo atto sempre prodotto dalla Toast Records, che si intitola Bridge Of Ashes[1] e la partecipazione alla compilazione dal titolo Adrenalina, prodotta dalla Koala Recording in collaborazione con Radio 1. Dalla metà del 1988 al gruppo si unì Giuseppe D'Emilio, tastierista.

Il gruppo si scioglie nel 1989 per divergenze interne.

FormazioneModifica

  • Fabio Balducci (chitarra)
  • Stefano Vecchiotti (Basso)
  • Mirco Uguccioni (batteria)
  • Stefano Pongetti (tastiere e voce)

ProduzioniModifica

AlbumModifica

CompilazioniModifica

  • 1986 – Out Of The Tunnel, But Still... Banned From The Empire, MC, Snowdonia Dischi *1, Italia con i brani Von Munchausen's Trip e Man Who Swallowed Himself
  • 1988 – Adrenalina, LP, Koala Recording ROKO/188, Italia con il brano The Name Of Tomorrow
  • 2015 – 391 / Vol.1 Marche - Voyage Through The Deep 80s Underground In Italy, , Spittle Records SPITTLE1000, Italia con il brano Passage

NoteModifica

  1. ^ a b c Rizzo, 1993
  2. ^ Village And Woodlands su Sonicreducer, su sonicreducer.it.

BibliografiaModifica

  • Cesare Rizzi (a cura di), Enciclopedia del rock italiano, Milano, Arcana, 1993, ISBN 8879660225. pagg. 544