Apri il menu principale
Scudo maltese
Nome localeScudo maltese
Maltese scudo
2 Scudi di Ramon Despuig.jpg
Moneta da 2 Scudi di Ramon Despuig
StatiOrdine di Malta Ordine di Malta (1530-1825 e 1834-oggi)
Simbolo¤
Frazionigrani e tarì
Monete1, 2½, 5 e 10 grani; 1, 2, 4 e 6 tarì; 1, 1¼, 1⅓, 2, 2½, 5, 10 e 20 scudi
Banconotenessuna
Entità emittenteZecca del SMOM
In circolazione dal1530
Tasso di cambio1 £ = 12 scudi (1825)
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Lo scudo è stata la moneta ufficiale di Malta durante il governo dei cavalieri ospedalieri. Si suddivideva in 12 tarì, a loro volta divisi in 20 grani e questi ultimi in 6 piccioli per grano.

Lo scudo circolò anche dopo il 1798, cioè dopo l'allontanamento dei cavalieri da Malta, e solo nel 1825 fu rimpiazzato dal sterlina britannica al cambio di 1 sterlina per 12 scudi.

L'ordine, ora basato a Roma, adotta ufficialmente lo scudo come moneta ma, dal 1961, essa viene prodotta solo come ricordo per i turisti; ugualmente accade per i tarì e i grani. Le monete vengono coniate dalla zecca propria dello SMOM: tali monete infatti non riportano il segno di zecca dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, ovvero la R, ma un segno proprio, ovvero una croce ottagona con le iniziali S M O M nei quattro campi da essa formati.

Gli antichi valori della moneta erano i seguenti: 1, 2½, 5 e 10 grani; 1, 2, 4 e 6 tarì; 1, 1¼, 1⅓, 2, 2½, 5, 10 e 20 scudi. I grani e la moneta da 1 tarì erano di in rame, con le monete da 2½ grani denominate come 15 piccioli. Le monete da 2, 4 e 6 tarì, e quelle da 1, 1¼, 1⅓, 2 e 2½ scudi erano coniate in argento, con quelle da 1¼, 1⅓ e 2½ scudi denominate come 15, 16 e 30 tarì rispettivamente. Le monete da 5, 10 e 20 scudi erano coniate in oro.

Vengono coniate monete in argento da 1 e 2 scudi, in oro da 5 e 10 Scudi, in bronzo da 10 grani ed in argento da 9 tarì.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica