Sebastian Francken

pittore e incisore fiammingo

Sebastian Francken, detto Il Giovane[1] (Anversa, 1573Anversa, 1636[1]), è stato un pittore e incisore fiammingo.

BiografiaModifica

Apparteneva alla dinastia di pittori Francken: era infatti il figlio maggiore di Frans Francken I[1][2][3].

Secondo Bryan e Spooner, fu allievo di Adam van Noort e si specializzò nella pittura di scene di battaglie e scontri di cavalleria[2][3]. Si dedicò anche alla pittura di paesaggi in cui introduceva figure di ispirazione religiosa[2][3] ed animali[4]. Spesso dipingeva soggetti storici su rame, eseguiti con grande accuratezza e pulizia[4].

La Biografia Universale riporta, invece, che fu allievo del padre e non cita battaglie, ma afferma che rappresentasse paesaggi e soggetti di genere[1].

Alcuni tra i suoi dipinti più significativi furono Opere di misericordia[2][3] e una Conversazione, appartenenti alla collezione dell'Elettore Palatino[2][3][4] e Apelle che ritrae Campaspe (Museo dell'Aia)[1].

Eseguì anche una serie di incisioni rappresentanti usi e costumi del suo tempo[1].

Secondo Blanc e altri, Sebastian Francken altri non è che Sebastian Vrancx, che in effetti fu un pittore fiammingo allievo di Adam van Noort e specializzato in pittura di battaglie, adducendo il fatto che la F e la V sono spesso confuse nei documenti dell'epoca (quindi Franck o Vranck) e non esistono prove dell'effettiva parentela di Sebastian con la famiglia Francken[5].

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica