Apri il menu principale

Sesto Vettuleno Ceriale (in latino Sextus Vettulenus Cerialis; fl. 67-71; ... – ...) è stato un militare romano.

BiografiaModifica

Combatté al fianco di Vespasiano durante la prima guerra giudaica, al termine della quale divenne governatore della provincia romana di Giudea negli anni 70-71. Venne sostituito da Sesto Lucilio Basso, in qualità di legatus Augusti pro praetore.[1]

Il nome di Vettuleno Ceriale appare in un diploma militare datato 28 aprile del 75 ed in un'iscrizione datata 7 febbraio del 78.[2] Ceriale era di origini sabinia.[3] Vespasiano all'inizio della campagna in Giudea lo inviò per sottomettere i Samaritani, che si erano rifugiati presso il monte Garizim. Essi furono sconfitti dal Ceriale, legatus legionis della legio V Macedonica, e massacrati in numero di 11.600.[4] e gli Edomiti. Durante l'assedio di Gerusalemme del 70 Ceriale partecipò alla vittoriosa battaglia finale, ancora in qualità di legatus legionis della V Macedonica. Suo figlio era Sesto Vettuleno Civico Ceriale che poi divenne console romano.

NoteModifica

  1. ^ Giuseppe Flavio, La guerra giudaica, VII, 6.1.
  2. ^ CIL XVI, 22.
  3. ^ Brian W. Jones. The Emperor Domitian, Routledge, 1992, p. 11
  4. ^ Giuseppe Flavio, La guerra giudaica, III, 7.32.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie