Solør è un distretto o regione storica (norvegese: landskap) della contea di Innlandet, in Norvegia[1]. Situato nella valle di Glåmdalen, comprende la parrocchia di Brandval (Kongsvinger) e i comuni di Grue, Åsnes e Våler, e in passato anche Vinger ed Eidskog. Gli abitanti del distretto sono chiamanti solunger. Qui si parla un dialetto proprio, il solung.

Mappa del Solør settentrionale, 1958

StoriaModifica

L'interpretazione più accreditata è che Solør derivi dal norvegese antico Soløyjar, dove sol significa "brughiera" o "torbiera", mentre øy "zona piatta lungo un fiume" o piuttosto "isola". In età vichinga Solør era un regno minore, in seguito conquistato da Harald Bellachioma.

GeografiaModifica

L'area è caratterizzate da ampie foreste a ovest del Glomma e ad est, fino al confine con la Svezia, dove si trovano molte cave di ghiaia. Lungo il fiume vi sono molte zone coltivate.

NoteModifica

  1. ^ Regionrådet for Kongsvingerregionen, su glomdal.hedmark.org (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2012).
  Portale Norvegia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Norvegia