Sommossa

Una sommossa a Minneapolis.

Una sommossa è una forma di rivolta caratterizzata da gruppi non omogenei di individui. Si differenzia dalla seconda in quanto indica azione più improvvisa, meno estesa e organizzata.

Cause scatenantiModifica

Le sommosse tendono ad accendersi a causa di intolleranze razziali, religiose, politiche, tasse elevate. Talvolta anche durante manifestazioni sportive si possono avere disordini per tensioni tra tifoserie[1][2].

CaratteristicheModifica

Spesso è accompagnata da violenza, teppismo, vandalismo e altre forme di criminalità, ed è per questo che la situazione può sfuggire al controllo delle forze dell'ordine. Sono tipicamente caotiche e mosse da azioni individualiste e non coordinate tra loro, ma possono presentare comportamento del gregge.

Solitamente non è presente un leader o un fine uniforme, il più delle volte sono manifestazioni spontanee e disorganizzate. Durante le sommosse possono verificarsi anche danneggiamenti e distruzioni di proprietà pubbliche e private, specialmente negozi, automobili, ristoranti, sedi di istituzioni ed edifici di culto.

Sommosse famoseModifica

NoteModifica

  1. ^ Samp-Genoa, scontri fra tifosi, su tgcom.mediaset.it. URL consultato il 28 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 29 maggio 2010).
  2. ^ Udine, scontri fra tifoserie, alcuni feriti, su corriere.it.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85114172 · NDL (ENJA00560805
  Portale Sociologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sociologia