Apri il menu principale

Southern Astrophysical Research Telescope

Osservatorio ottico e infrarosso
Southern Astrophysical Research Telescope
SOAR telescope at twlight.jpg
Telescopio SOAR
CodiceI33
StatoCile Cile
Coordinate30°14′16.8″S 70°44′01.4″W / 30.238°S 70.733722°W-30.238; -70.733722Coordinate: 30°14′16.8″S 70°44′01.4″W / 30.238°S 70.733722°W-30.238; -70.733722
Altitudine2 738 m s.l.m.
Fondazione2003
Sito
telescopio ottico 4,1 metri
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Cile
Southern Astrophysical Research Telescope
Southern Astrophysical Research Telescope

Il Southern Astrophysical Research (SOAR) è un telescopio di 4,1 metri di apertura operante nello spettro ottico e nel vicino infrarosso, situato sul Cerro Pachón, in Cile. Commissionato nel 2003, è gestito da un consorzio di istituti e paesi tra cui Cile, Brasile, l'università statale del Michigan, l'osservatorio di Cerro Tololo (come parte del National Optical Astronomy Observatory, NOAO) e l'università della Carolina del Nord a Chapel Hill.

Il telescopio utilizza la tecnologia di ottica attiva sullo specchio primario e secondario raggiungendo una qualità di immagine media di 0,7 secondi d'arco ad una lunghezza d'onda di 500 nm. Sono disponibili più strumenti utilizzabili in tempo reale, montati su fuoco Nasmyth o Cassegrain. La commutazione di uno strumento viene eseguita velocemente ruotando lo specchio terziario di 45°. Il puntamento di questo specchio è effettuato ad alta velocità per evitare distorsioni nelle immagini a causa delle vibrazioni della struttura del telescopio dovute al vento. La cupola del telescopio è alta circa 20 metri e pesa circa 70 tonnellate.[1]

StrumentiModifica

Al 2014 il telescopio era dotato dei seguenti strumenti:

  • UV-ottica visualizzatore di immagini a 16 milioni di pixel (SOI, CTIO)
  • nel vicino infrarosso (1-2,4 micron): 1 milione di pixel HgCdTe
  • UV-ottica a 16 milioni di pixel spettrografo e visualizzatore di immagini (spettrografo Goodman[2], UNC)
  • vicino infrarosso (1-2,4 μm di lunghezza d'onda): 16 milioni di pixel HgCdTe imager (SPARTAN[3], MSU)
  • Modulo di ottica adattiva (SAM, CTIO)

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • SOAR sito principale
  • SOAR in lingua brasiliana
  • SOAR sul sito della università del Michigan
  Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica