Differenze tra le versioni di "Istituto tecnico industriale statale Benedetto Castelli"

rev., fix, correzioni, -evasivi, -ridondanti, -desueti -SF +uniformo
(rev., fix, correzioni, -evasivi, -ridondanti, -desueti -SF +uniformo)
=== Le origini ===
Le origini del Castelli risalgono al [[1839]], quando il pittore bresciano [[Gabriele Rottini]], chiese, ed ottenne nel [[1841]], alla "Real direzione" delle scuole elementari della [[provincia di Brescia]], la possibilità di aprire una scuola di pittura. Nel 1851 l'"Istituto Rottini" diviene "Scuola comunale di pittura, arti e mestieri" che divenne poi [[Istruzione pubblica|scuola pubblica]] nel [[1852]]<ref>{{cita web|url=http://lnx.itiscastelli.it/cms/index.php?option=com_content&view=article&id=8&Itemid=9|titolo=La scuola di pittura|accesso=1º settembre 2009|urlmorto=sì}}</ref>.
Il 2 gennaio 1865 diviene "Scuola comunale di disegno applicato alle arti meccaniche e ai mestieri" di preparazione alle scuole superiori di belle arti. Nel 1885 la sede èfu nelpresso [[palazzo Bonoris]], grazie a una donazione della [[Società bacologica bresciana]]. Il 21 marzo 1887 vienefu intitolata al [[Il Moretto|Moretto]]. Nel 1922 sifu trasferiscetrasferita presso il Monasteromonastero di S.santa Chiara dove vi rimarrà fino al 1961. Solo nel [[1939]], in pieno [[Fascismo|periodo fascista]], la scuola, che era nel frattempo evoluta in "scuola professionale", e sempre intitolata al Moretto, assunse una forma autonoma classificandosi come "istituto tecnico industriale", grazie alla riforma scolastica [[Giuseppe Bottai|Bottai]].
Nonostante il cambio di nome, la scuola mantenne la sede didattica, che era indi via Santa Chiara, a [[Brescia]], proponendo due tipologie di specializzazione: [[Meccanica (fisica)|Meccanicameccanica]] ed [[Elettrotecnicaelettrotecnica]].
 
Subito dopoDopo la [[seconda guerra mondiale]], data la crescente domanda, si ebbe la necessità di cambiare la sede didattica, data la crescente domanda, per poter assicurare a tutti la possibilità di studio. Venne individuata in un terreno di circa 26.000 [[Metro quadro|mq]] a nord di Brescia, donato dall'imprenditore [[Federico Palazzoli]]; nel [[1961]] si conclusero i lavori di costruzione dell'istituto intitolato a [[Benedetto Castelli]], mentre nel 1993 furono avviato i corsi del [[liceo scientifico tecnologico]].
Venne individuata in un terreno di circa 26.000 [[Metro quadro|mq]] a nord di Brescia, donato dall'imprenditore [[Federico Palazzoli]]; nel [[1961]] si conclusero i lavori di costruzione dell'istituto intitolato a [[Benedetto Castelli]], mentre nel 1993 furono avviato i corsi del [[liceo scientifico tecnologico]].
 
== Struttura ==
=== Gli anni duemila ===
Il Castelli nell'anno scolastico 2003-2004 contava circa 2000 studenti<ref>{{cita web|url=http://lnx.itiscastelli.it/cms/index.php?option=com_content&view=article&id=10&Itemid=13|titolo=Struttura dell'ITIS Castelli di Brescia|accesso=2 novembre 2012|urlmorto=sì}}</ref> iscritti tra l'istituto tecnico, il [[Liceo scientifico tecnologico]], e i corsi serali.
 
La sede, situata in via Cantore nel quartiere "San Bartolomeo" ([[Quartieri di Brescia#La Nord|Circoscrizione Nord]]) di [[Brescia]], occupa una superficie di circa 11.000 [[Metro quadro|mq]] (sui 26.000 di terreno disponibili), conta circa 90 aule didattiche, 45 laboratori divisi per aree scientifiche e sei palestre per [[educazione fisica]], è a forma di ferro di cavallo, con al centro un piccolo campo di [[atletica leggera]], e comprende una sezione distaccata chiamata "satellite", collegata tramite un [[tunnel]], dove solitamente sono presenti le aule del [[liceo scientifico tecnologico]].
 
Nei primi [[anni 2000]] è stata realizzato un piccolo ampliamento a nord della struttura per dotare l'istituto di nuovi laboratori di informatica.
 
L'Aula Magna dell'istituto è intitolata ad Alberto Trebeschi, ex professore dell'istituto, e tragicamente scomparso nella [[strage di piazza della Loggia]].
 
È presente anche una biblioteca, che comprende circa 17000 libri, oltre a riviste tecniche disponibili alla consultazione degli studenti.
 
==Didattica==
L'istituto tecnico industriale Castelli offre ai propri studenti vari indirizzi di studio.
* [[Istituto tecnico industriale]] composto da:
*** [[Informatica]] e [[Telecomunicazione|telecomunicazioni]]
*** [[Meccanica (fisica)|Meccanica]], [[meccatronica]] ed [[energia]]
Nei primi [[anni 2000]] è stata realizzato un piccolo ampliamento a nord della struttura per dotare l'istituto di nuovi laboratori di informatica.
 
La sede, situata in via Cantore nel quartiere "San Bartolomeo" ([[Quartieri di Brescia#La Nord|Circoscrizione Nord]]) di [[Brescia]], occupa una superficie di circa 11.000 [[Metro quadro|mq]] (sui 26.000 di terreno disponibili), conta circa 90novanta aule didattiche dotate di [[lavagna interattiva multimediale]], 45quarantacinque laboratori divisi per aree scientifiche e sei palestre per l'[[educazione fisica]],. La struttura è a forma di ferro di cavallo, con al centro un piccolo campo di [[atletica leggera]], e comprende unaun sezioneedificio distaccatalaterale chiamatadenominato "satellite", collegatacollegato alla sede tramite un [[tunnel]]. La scuola dispone inoltre una propria biblioteca, doveinfine, solitamentel'aula sonomagna presentidell'istituto leè aulestata delintitolata ad Alberto Trebeschi, ex professore dell'istituto, tragicamente scomparso nella [[liceostrage di piazza scientificodella tecnologicoLoggia]].
 
=== Progetti ===
*''Ulisse'' - imbarcazione<ref>{{cita web|url=http://www.istruzione.lombardia.it/wp-content/uploads/2011/05/relazione-vela-ulisse.pdf|titolo=Relazione Ulisse|accesso=2 novembre 2012}}</ref><ref>{{cita web|url=http://www.istruzione.lombardia.it/wp-content/uploads/2011/05/cs-vela100511.pdf|titolo=Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia|accesso=2 novembre 2012}}</ref><ref>{{cita web|url=http://www.giornaledibrescia.it/pagine-settimanali/scuola/itis-castelli-pronta-al-varo-ulisse-la-barca-creata-dagli-studenti-del-serale-1.505180|titolo=Itis Castelli. Pronta al varo «Ulisse», la barca creata dagli studenti del Serale|accesso=2 novembre 2012|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20120304023434/http://www.giornaledibrescia.it/pagine-settimanali/scuola/itis-castelli-pronta-al-varo-ulisse-la-barca-creata-dagli-studenti-del-serale-1.505180|dataarchivio=4 marzo 2012|urlmorto=sì}}</ref><ref>{{cita web|url=http://www.giornaledibrescia.it/pagine-settimanali/scuola/premio-internazionale-alla-barca-dell-itis-1.1100713|titolo=Premio internazionale alla barca dell'Itis|accesso=2 novembre 2012|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20120304023446/http://www.giornaledibrescia.it/pagine-settimanali/scuola/premio-internazionale-alla-barca-dell-itis-1.1100713|dataarchivio=4 marzo 2012|urlmorto=sì}}</ref><ref>{{cita web|url=http://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/2012/08/31/765240-centomiglia-brescia-barca-ulisse-castelli-studenti-istituto.shtml|titolo=Ulisse può issare le vele La barca del Castelli alla sfida della Centomiglia|accesso=2 novembre 2012}}</ref>
*''Lazzaro'' - informatica<ref>{{cita web|url=http://www.bresciavera.it/it/video/47/1381/Progetto-Lazzaro:-i-vecchi-PC-camminanodi-nuovo.htm|titolo=Progetto Lazzaro: i vecchi PC "camminano" di nuovo|accesso=19 novembre 2012}}</ref>
 
== Note ==
<references/>
 
 
==Collegamenti esterni==
* {{Collegamenti esterni}}
 
{{Scuole in Lombardia}}