Differenze tra le versioni di "Pandemia di COVID-19 in Italia"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
m
(template cita "xxxx"; elimino parametri vuoti; fix formato data; rinomina/fix nomi parametri)
Etichetta: Editor wikitesto 2017
Sono state aperte numerose inchieste penali per [[omicidio]] ed [[epidemia]] colposa a causa della decisione da parte di alcune istituzioni di confinare i contagiati nelle case di riposo per anziani, inizialmente da parte della Magistratura di [[Milano]]<ref>{{Cita news|url=https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/11/coronavirus-omicidio-ed-epidemia-colposa-indagato-il-dg-del-pio-albergo-trivulzio-per-le-oltre-100-morti-nella-residenza-per-anziani/5767400|titolo=Coronavirus: omicidio ed epidemia colposa|sito=Il Fatto Quotidiano|data=1º aprile 2020|accesso=13 aprile 2020}}</ref>, con iscrizione nel registro degli indagati del direttore del [[Pio Albergo Trivulzio]], e da parte della Magistratura di [[Prato (Italia)|Prato]]<ref>{{Cita news|url=https://www.paesesera.toscana.it/700-contagi-nelle-rsa-toscane-inchiesta-penale-a-prato/|titolo=700 contagi nelle Rsa toscane. Inchiesta penale a Prato|sito=Paese Sera|data=1º aprile 2020|accesso=13 aprile 2020}}</ref>, quest’ultima, ad oggi, senza ipotesi di reato.
 
Il professore [[Sabino Cassese]] ha denunciato l'inefficace coordinamento tra le istituzioni nazionali e quelle locali, sollecitando il potere legislativo a ridisegnare il perimetro delle recirpochereciproche competenze, e lamentando anche la mancata applicazione dell’articolo 117 della [[Costituzione]], che riserva allo Stato i compiti in materia di profilassi internazionale, dell’articolo 120 della [[Costituzione]] che consente al Governo di sostituirsi alle Regioni in casi di pericolo grave per l’incolumità, e della legge 833 del 1978 che assegna al [[Ministero della salute]] - e non alle [[Regione (Italia)|Regioni]] - il compito di intervenire direttamente in caso di epidemie.<ref>{{Cita news|url=https://www.ilmessaggero.it/AMP/pay/coronavirus_cassese_intervista_regioni_sanita_nazionale-5149114.html|titolo=Coronavirus, Cassese: «Le Regioni fanno troppe cose e male, il servizio sanitario dev’essere nazionale»|sito=Il Messaggero|data=3 aprile 2020|accesso=13 aprile 2020}}</ref>
 
In particolare una polemica ha riguardato la gestione all'interno dell'[[ospedale civico di Codogno]], nell'area del focolaio italiano del virus. In seguito alle osservazioni mosse dal [[Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana|presidente del Consiglio]] [[Giuseppe Conte]] (in un'intervista si era riferito all'ospedale di Codogno, ma senza farne esplicitamente il nome)<ref name="next1">{{cita web|url=https://www.nextquotidiano.it/focolaio-di-coronavirus-e-colpa-dellospedale-di-codogno/|titolo=Ma davvero il focolaio di Coronavirus è colpa dell’ospedale di Codogno?|autore=Alessandro D'Amato|data=25 febbraio 2020|sito=nextquotidiano.it}}</ref><ref>{{cita web|url=https://video.huffingtonpost.it/embed/cronaca/coronavirus-l-infettivologo-galli-basta-critiche-all-ospedale-di-codogno-il-virus-era-gia-in-circolo/25575/25544?responsive=true|titolo=Coronavirus, l'infettivologo Galli: "Basta critiche all'ospedale di Codogno, il virus era già in circolo"|sito=[[Huffington Post]]}}</ref> sul mancato rispetto dei protocolli sanitari di sicurezza emanati tramite Decreto dal [[Governo Conte II|governo]] per contenere la diffusione del coronavirus, e relativamente all'iniziale dimissione dall'ospedale del cosiddetto "paziente uno" senza sottoporlo al test di positività al virus,<ref>{{cita web|url=https://www.caffeinamagazine.it/italia/417574-coronavirus-contagiato-codogno/|titolo=Coronavirus, chi è il 38enne italiano contagiato: chi ha visto e cosa ha fatto in questi giorni|data=21 febbraio 2020|sito=caffeinamagazine.it}}</ref><ref name="next2">{{cita web|url=https://www.nextquotidiano.it/coronavirus-errori-ospedale-di-codogno/|titolo=Gli errori dell’ospedale di Codogno che hanno contribuito a diffondere il Coronavirus|autore=Alessandro D'Amato|data=26 febbraio 2020|sito=nextquotidiano.it}}</ref>, alcuni esponenti della [[Regione Lombardia]] precisarono che l'ospedale aveva correttamente seguito i protocolli in vigore in quel momento, emanati dal [[Ministero della Salute]] e dall’[[Organizzazione mondiale della sanità]], che indicavano di eseguire i test solo alle persone ritornate dalla [[Cina]] o addirittura solo dalla zona di [[Wuhan]].<ref name="next1" />
28 339

contributi